Concerti al Milano Film Festival

09/09/2003

A Milano un festival internazionale di cinema

Parte venerdì 12 settembre al Piccolo Teatro di Milano, l’ottava edizione del Milano Film Festival. La manifestazione, che si terrà dal 12 al 21 settembre, è organizzata da esterni e si avvale del supporto di istituzioni quali il Comune di Milano, Regione Lombardia, Provincia di Milano e Ministero per i Beni e le Attività Culturali nonché importanti partners come TDK, Aicem, ATM, Barco, Birra Moretti, Fiat Center Milano, Hewlett Packard, Mondadori Retail, Piccolo Teatro, TIM, Radio Rai 3, Vivimilano Corriere della Sera.

Dopo la fortunata edizione del 2002, cresce l’aspettativa per un evento che è riuscito a staccarsi dal solito cliché delle manifestazioni universalmente conosciute guadagnandosi una popolarità sempre più allargata, in Italia e all’estero, per la qualità dei contenuti e l’innovazione della formula.

Partito da un lavoro di ricerca sulle espressioni culturali contemporanee, il festival è diventato una selezione estremamente interessante della produzione mondiale non legata alle logiche del mercato e ha assunto il ruolo di talent scout e di distributore alternativo: la ricerca e la diffusione delle opere sono i suoi punti di forza; la globalizzazione delle idee e delle espressioni, la sua cifra stilistica.

Milano Film Festival è oggi un punto di riferimento della giovane cinematografia internazionale che trova conferma da parte del pubblico e della critica più attenta: con un'indipendenza che diventa autonomia di giudizio, presenta il cinema come modo di raccontare la realtà, entra in altri mondi, comunica nuove storie, linguaggi e culture con opere che provengono dai più diversi paesi del mondo, anche i più sperduti e meno rappresentati.

Milano Film Festival non solo è riuscito a creare un vero contatto tra pubblico e registi, operatori e fruitori, ma ha anche varato una serie di iniziative, come il progetto di ri-distribuzione, per favorire la circolazione dei film anche dopo il festival.

A dimostrazione che sganciarsi da mode e condizionamenti è possibile e che le regole del cinema possono cambiare.

Dieci giorni di concerti accompagnano il cinema

Coerente nel favorire giovani talenti artistici, scostandosi dagli schematismi dei concorsi cinematografici più tradizionali, Milano Film Festival offre al suo pubblico le performance live di band emergenti selezionate dal team di esterni.

Dal 13 al 21 settembre, ogni sera alle 19.00, nella piazza antistante il Teatro Strehler.

Pensando a un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo, Milano Film Festival si conferma evento globale, vivaio di nuovi talenti che difficilmente riescono a ritagliarsi spazi di visibilità in un panorama artistico – in questo caso musicale -sempre più legato a logiche commerciali.

Partendo da questa idea esterni ha indetto un concorso che ha visto la partecipazione di oltre cento band di tutta Italia. I demo musicali pervenuti sono stati ascoltati e selezionati accuratamente in base a criteri qualitativi che prescindono da qualsiasi tipo di rigidità e stilistica. Tra i molti concorrenti sono stati selezionate sette band in grado di offrire un panorama musicale che spazia dal Jazz al Rock, dai ritmi primitivi delle percussioni ai suoni sintetici della musica elettronica. Il comun denominatore di questi gruppi che, pur calcando da anni i locali e i festival di tutta Italia restano per lo più sconosciuti al grande pubblico, è la sperimentazione e la contaminazione di sonorità diverse.

Una kermesse musicale aperta a tutti, che si inaugura sabato 13 settembre, i Figli di Madre Ignota con una performance strumentale che si preannuncia molto coinvolgente. Tra le altre band che si esibiranno, gli Yellow Capra e i Thrust che hanno già partecipato alla scorsa edizione del festival e sono stati riselezionati grazie al loro talento; i Giudabasso, che si muovono abilmente dalla musica ska al reggae e i Tilak, gruppo toscano che miscela sapientemente sonorità elettroniche con culture etniche. E ancora due gruppi milanesi: gli Psychonoesis, dal sound fortemente innovativo, e i Solidamor la cui musica solare e rilassante è perfetta per una serata di fine estate.

Tra le performance live in programma, c’è grande attesa per due professionisti molto noti al grande pubblico: Ernesto Rodriguez, uno dei percussionisti più popolari in Italia, meglio conosciuto come Ernesttico, e Laura Fedele, voce incantevole nel panorama Jazz.

Audiovisiva 2003. Atmosfere d’avanguardia al Castello Sforzesco

Milano Film Festival, uno degli eventi più innovativi nel panorama cinematografico internazionale, celebra quest’anno la sua ottava edizione ospitando, dal 12 al 21 settembre, nel fossato del Castello Sforzesco, il progetto Audiovisiva 2003 con le performance live di alcuni tra i più noti dj e vj della “club culture” europea.

Un’iniziativa straordinaria, nata dalla fantasia di esterni che, nell’ottica di ridefinizione e contaminazione degli spazi urbani, apre le porte di un “tempio sacro” della cultura e dell’arte italiana, a suoni e modi arrangiati dalle più moderne tecnologie di produzione e riproduzione musicale. Il Castello Sforzesco, in passato sontuosa dimora dei duchi di Milano e oggi simbolo di antichi splendori, ospiterà un evento unico, in esclusiva per Milano Film Festival: vj e dj di fama internazionale, protagonisti dell’avanguardia audiovisiva, regaleranno nuove atmosfere in una cornice tanto insolita quanto suggestiva.

Il primo appuntamento di Audiovisiva 2003 è il 12 settembre alle h.21.00 con Jazzanova, tra i migliori produttori di musica elettronica della fine dello scorso millennio e visual Jutojo, collettivo di tre designer-Vj che dalle proiezioni di luci e video nei club di Berlino hanno contaminato gallerie d’arte contemporanea, teatri, spazi pubblici e festival, nelle principali capitali europee.

La kermesse musicale continua fino a domenica 21 settembre e rinnova l’appuntamento, ogni sera alle 21.00 fino a notte fonda. Ad aprire le serate la nuova realtà milanese: il collettivo dei Dj Per Signora & Friends, presenti in contemporanea nell’area lounge del Teatro Strehler. A seguire si alterneranno gli ospiti internazionali: dal francese Joakim ai nostrani Luca Baldini e Stefano Ghittoni; da protagonisti delle notti berlinesi quali Dj Skate e Martin, a Visomat, le cui video-istallazioni hanno portato diversi artisti e band a concentrarsi su mix di video live.

Audiovisiva 2003 è una panoramica delle più attuali espressioni artistiche, un mix di immagini e suoni in continua tensione che creano un flusso magico in tempo reale, regalando un’emozione che riunisce un pubblico eterogeneo e vivace come quello del Milano Film Festival.

Maggiori informazioni sul sito www.milanofilmfestival.it

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Com'è Brunori Sa, il nuovo programma di Dario Brunori su Rai 3