I concerti del Milano Film Festival

14/09/2005

Pubblichiamo il comunicato ufficiale dei concerti del Milano Film Festival, che si terrà tra il Castello Sforzesco ed il Teatro Sthreler dal 16 al 25 settembre a Milano.

Giunto al suo decimo anno, il Milano Film Festival festeggia l’ambito traguardo con un’edizione ancora più ricca e si conferma evento globale che affianca al cinema diverse forme di espressione artistica e culturale.

Nel panorama degli eventi che vivono intorno al cinema, è la musica a ritagliarsi, per la prima volta nella storia del festival, uno spazio autonomo nella suggestiva cornice dei Fossati del Castello Sforzesco, con un ricco programma di live performance ad ingresso libero che animeranno tutte le serate a partire dalle ore 19 fino a tarda notte.

I concerti del Milano Film Festival ospitano artisti emergenti ancora lontani dalle logiche puramente commerciali del panorama discografico internazionale, senza rinunciare a performance di band conosciute e affermate in tutta Italia, a cantastorie della tradizione regionale e musicisti dei paesi balcanici e nord-africani. Una kermesse musicale che si apre a tutti i generi, spaziando dai ritmi salentini degli Zina, che inaugurano l’area concerti (venerdì 16, ore 21.30), alle sonorità balcaniche degli Opa Cupa (venerdì 16, ore 23), dal folk in dialetto brianzolo di Francesco Magni (sabato 24, ore 19) all’elettronica minimale dei CT Lab (domenica 25, ore 19), dal pop dei Northpole (lunedì 19, ore 19) al rock ’60-’70 dei Lombroso (mercoledì 21, ore 22.30).

Attesissimi i La Crus (sabato 24 ore 23), che dopo due anni di assenza dalla scena musicale, tornano in Italia scegliendo il palco del Milano Film Festival per presentare in anteprima il loro nuovo album “Infinite possibilità” che uscirà accompagnato da un dvd nato dalla collaborazione con alcuni registi delle passate edizioni del Festival: un progetto inedito che, attraverso l’abbinamento dei dieci brani musicali ad altrettanti cortometraggi accuratamente selezionati e rieditati (Cry for Bobo, Peloco, Una forma estúpida de decir adiós, Let's fly, Endstation: Paradies, Poveste la scara c, Mihai si Cristina, Barn leker ute, Fucked), arricchisce entrambi di nuovi significati.

PROGRAMMA CONCERTI NEI FOSSATI DEL CASTELLO

Venerdì 16

ore 21.30 - Zina
Le pianure del Salento sconfinano negli spazi del deserto d'Africa, mischiando il reggae con il jazz e l'elettronica, la tradizione musicale dell'Africa sub-sahariana con il funk e il rap

ore 23.00 - Opa Cupa
Il gruppo spazia fra le tante etnie mediterranee, intrecciando le melodie degli antichi canti bosniaci con quelle della cultura albanese e con le sonorità bandistiche

Sabato 17

ore 19.00 - East Rodeo
La musica degli East Rodeo, prevalentemente strumentale, spazia tra sonorità jazz e ritmiche balcaniche in un contesto psichedelico

ore 22.30 - Nema Problema! Orkestar
Energetica miscela sonora che mescola musiche dell’Europa dell’est, della tradizione gitana, dei Balcani e della musica klezmer con sincopate iniezioni di jazz

Domenica 18

ore 19.00 - Vincent
La musica di Vincent Migliorisi crea atmosfere intimiste grazie all’elegante utilizzo della chitarra classica, degli strumenti etnici e dell’elettronica

ore 22.30 - Juxta Brunch
Rock'n'roll camaleontico che per suoni e filosofia rimanda agli ultimi anni 60/primi 70 senza però rinnegare il presente

Lunedì 19

ore 19.00 - Northpole
Delicatezza pop e poesia delle piccole cose. sposando la tradizione cantautoriale italiana al rock

ore 22.30 - Three in one gentleman suit
Tre ragazzi emiliani riescono a fondere le sonorità post-punk più ricercate con quelle più emotive intime, poetiche. Sensibilità visionaria di incredibile qualità

Martedì 20

ore 19.00 - Velvet Score
Dalla malinconia alle spigolosità tra sbalzi emotivi dal sicuro impatto. Influenze grunge e post-rock

ore 22.30 - Slugs
Rock funkeggiante condito da sprazzi di sognante psichedelia; un mix di suoni sporchi e aggressivi che si mescolano con toni morbidi e melodici

Mercoledì 21

ore 19.00 - Riddle
Composizioni che intrecciano minimalismo sperimentale con i campionamenti elettronici in sottile equilibrio con visioni rock

ore 22.30 - Lombroso
Dario Ciffo (violinista degli Afterhours) alla chitarra e voce e Agostino Nascimbeni alla batteria e voce. Sonorità anni sessanta e settanta con un’ attenzione particolare rivolta alla melodia tipica della forma canzone

Giovedì 22

ore 19.00 - Franklin Delano
Il sound della band alterna momenti di quieto folk a digressioni nel post più obliquo e dissonante, per poi terminare in ballate country o in canzoni squisitamente “post-pop”

ore 22.30 - Jade
Ottimi spunti melodici e rabbiose esplosioni di chitarre acide e distorte creano lunghe suite in puro stile power pop

Venerdì 23

ore 19.00 - Calomito
Ensemble di ottimi talenti che agiscono in ambito di avanguardia godibile e surreale, tra musica araba, danze mediterranee e jazz rock

ore 22.30 - Arbe Garbe
Canzoni prevalentemente in lingua friulana che si rifanno all’immaginario poetico e antiautoritario della band, creando atmosfere di festa estremamente spontanee

Sabato 24

ore 19.00 - Francesco Magni
Il cantastorie della Brianza e la sua band propongono una musica che usa il dialetto come strumento espressivo e ironico

ore 23.00 - La Crus
Presentazione del nuovo progetto firmato La Crus. Dopo due anni di nuovo sul palco, con la musica raffinata che li ha sempre caratterizzati

Domenica 25

ore 19.00 - Ct Lab
Gli ambienti freddi dell' elettronica si mescolano ai suoni morbidi degli strumenti acustici in un' amalgama che spazia dal post rock al dub, dal downbeat al funk.

ore 23.00 - Grande festa di chiusura

PROGRAMMA CONCERTI SUL SAGRATO DELLO STREHLER

DJ SET

da Ven 16 a Dom 25, h1900
(calendario ancora da confermare)

MUSICA CLASSICA

Sab 17 h1300
duo jazz: Jacopo Bertacco (chitarra) e Carlo Nartoni (pianoforte)

Dom 18 h1300
Marta Caracci (pianoforte) e Paolo Giacomazzi (flauto)

Ven 23 h1300
Giovanna Gatto (pianoforte), Vito Gatto (violino) e Massimiliano Ronchi (flauto)

Sab 24 h1300
Andrei Harabagiu (violino)

Dom 25 h1300
Cristina Ardizzone (violino), Valentina Cattaneo (viola), Elisa Schack (violino) e Irina Solinas (violoncello)

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati