Condanna: Yahoo! spaccia link illegali

25/03/2011

La notizia è di qualche giorno fa ma ci pare ugualmente interessante riportarla. Yahoo! Italia è stata condannata dal tribunale di Roma per “non aver applicato adeguate misure di contrasto alla diffusione del film iraniano About Elly”.

Lo riporta Mauro Vecchio su Punto Informatico.it. Il motore di ricerca era stato contattato dalla PFA Films s.r.l che, tramite una lettera di diffida, li informava sull'illegalità di alcuni siti su cui si poteva reperire in streaming il film “About Elly” chiedendo pertanto di non farli comparire tra i risultati di ricerca.

Il giudice ha dato ragione alla PFA. Ha sottolineato come un motore di ricerca non svolga un ruolo attivo nelle fasi di selezione e posizionamento delle informazioni. Quindi "non esercita un controllo preventivo sui contenuti dei siti sorgente a cui è effettuato il link - così si legge nel testo del provvedimento - Però, una volta venuto a conoscenza del contenuto illecito di specifici siti è in condizione di esercitare un controllo successivo e di impedirne la indicizzazione e il collegamento, non essendo materia del contendere la eliminazione dei contenuti dei siti pirata".

E' la prima volta che un motore di ricerca viene condannato per aver segnalato un link di un sito illegale e quindi smette di godere degli esoneri da responsabilità stabiliti dalla direttiva europea sulla società dell'informazione, che tutelano il principio del mere conduit "nella generale presunzione di ingestibilità di un controllo sulle informazioni presenti in Rete e per gli eccessivi costi che questo porrebbe a carico dell'impresa".

In conclusione, Yahoo! Italia non dovrà più restituire ai suoi utenti risultati di ricerca che puntino a siti - ad esempio di streaming - in chiara violazione del copyright.

Per info su Yahoo! Italia e la condanna:
punto-informatico.it/3115387/PI/News/copyright-condanna-yahoo.aspx

Commenti (1)

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati