Dal 21 giugno il festival Woodsong in Rovetta

07/06/2001

Questo il comunicato da parte degli organizzatori del Festival.

Nella vita, o si va sul sicuro, oppure si lanciano i dadi. Insomma, si rilancia. Noi di Nessun Dorma abbiamo deciso di rilanciare. Così, il WOODSONG IN ROVETTA 2001 sarà una festa che inizierà mercoledì 21 giugno per terminare, in una prestigiosissima apoteosi, con il primo ospite straniero del festival, il cantautore Indiano Sioux Santee John Trudell, domenica 24 giugno. Inizieremo festeggiando il primo giorno d’estate e finiremo festeggiando, un grande successo artistico perché la proposta di quest’anno è davvero eterogenea, di grande qualità e per tutti i palati.

21 giugno: Ottavo Padiglione (band livornese amatissimo nella bergamasca, il cui concerto verrà aperto dai Garage, gruppo di sicuro avvenire tra i vincitori di Scorribande 2000).

22 giugno: Fiamma Fiumana (gruppo fondato dall’ex Modena City Ramblers, ex-autore delle canzoni della nota band emiliana Alberto Cottica); la serata sarà aperta da un dee jay set dedicato a Bob Marley.

23 giugno: Nicola Arigliano (il settantottenne jazzista capace di memorabili interpretazioni delle più belle canzoni italiane classiche tornato prepotentemente alla ribalta di recente con un meraviglioso album live).

24 giugno: i bergamaschi Mr. Feedback allieteranno il primo pomeriggio con il loro energico repertorio rock & roll che prevede cover di Led Zeppelin, Black Crowes, Lynyrd Skynyrd, etc., per poi lasciare il palco in serata a John Trudell con i suoi Bad Dog. Trudell, cantautore visionario e carismatico, poeta e attivista Sioux, è uno di quei personaggi che portano i segni della propria storia sul viso e nella propria arte. Bob Dylan e Jackson Browne ne hanno decretato il successo segnalandolo e producendolo (rispettivamente) a partire dagli anni ’80. La data di Rovetta sarà la prima data del tour europeo di John Trudell, un onore accordatoci nel nome di un’antica amicizia. Cerchiamo di onorare tutti questa grande presenza.

Qual è dunque il senso di queste scelte? Per la prima volta ci sono volute settimane di discussioni e trattative per arrivare a questo cast poiché, rispetto agli altri anni, diversi gruppi e artisti avevano manifestato desiderio di partecipare al Woodsong 2001. A noi premeva cercare di incontrare le diverse esigenze che sono alla base della nostra presenza in questo territorio: proporre e stimolare, magari ispirare nuove iniziative. La cosa non è sempre facile, anzi, non lo è quasi mai stata. Ma a giudicare da ciò che si è iniziato a muovere in Alta Valle Seriana dopo il nostro Woodsong 1999 (con la Consoli e Finardi) con alcune altre iniziative nel campo dello spettacolo, qualcosa si è mosso: sembra che chi ha idee inizi a decidere di lanciare i dadi e provarci. In fondo, questo era uno dei nostri desideri. Essere in una comunità alla quale proporre anche qualcosa di diverso dal solito. Abbiamo trovato orecchie disponibili ad ascoltarci e ci ripresentiamo a Rovetta perché questa amministrazione ha dimostrato un tipo di attenzione diverso, decidendo, nuovamente, di mettersi un po’ in gioco.

Allora: per il Woodsong abbiamo pensato che vorremmo riempire questo PalaDorma di Rovetta, ma che vorremmo anche che quando tutto sarà finito, dal 25 giugno in avanti, rimanga il desiderio di una nuova edizione, che tanti di voi si possano rendere conto di come questa associazione culturale ha decisamente voglia di restare e di fare. Per questo vi aspettiamo in massa e con le orecchie, e soprattutto, il cuore aperti. Come disse quell’uomo saggio, chi ha orecchie per intendere, intenda.

Lunga vita e prosperità
Quelli di NESSUN DORMA!

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Com'è "Ossigeno", il nuovo programma di Manuel Agnelli