Dalle Nuove Musiche al Suono Mondiale

30/10/2000

Dalle Nuove Musiche al Suono Mondiale
XI Edizione – Sezione Autunnale

Martedì 31 Ottobre, ore 22.00
Café Procope – ingresso gratuito
In collegamento diretto con Saturno:
The heliocentric world of Sun Ra
La smisurata produzione discografica, il percorso creativo ed umano attraverso mezzo secolo di vicende sociali e musicali americane, la storia dell’Arkestra e della vita comunitaria dei suoi membri in una serata ad effetti speciali condotta dal musicologo Francesco Martinelli, con la partecipazione live di Carlo Actis Dato, Igor Sciavolino e Maurizio Brunod. Cd, libri, discografie, fanzine e contributi video.

Giovedì 2 Novembre, ore 21.15
Teatro Nuovo - £ 25.000
Sun Ra Arkestra diretta da Marshall Allen (USA)
Jimi Tenor (Finlandia)
Un doppio concerto che lascerà il segno. La Sun Ra Arkestra, più pimpante che mai, in esclusiva e per la prima volta dalla partenza del Maestro per le galassie, è considerata uno snodo ed una pietra miliare nella storia della musica innovativa, "anello di congiunzione fra Duke Ellington ed i Public Enemy": collettivi percussivi travolgenti, elettroniche futuriste-psichedeliche, scattanti arrangiamenti, deliranti ensemble vocali sono alcuni degli ingredienti che rendono unica ed inimitabile la band afroamericana attiva dagli anni cinquanta.

Jimi Tenor è un vero astro emergente, talentuoso e dispersivo come un Prince del nuovo secolo, costantemente in bilico fra estetica pop e fughe sperimentali, un gran gusto per i suoni futuribili. Come Sun Ra per l’ambiente jazz, Jimi Tenor ha frequentato senza mai esserne accettato la scena techno, l’elettronica, la lounge, l’exotica.

Venerdì 3 Novembre, ore 18.30
La Focacceria – ingresso gratuito
Bollywood Party
Marcello Lorrai, coordinatore dei programmi musicali di Radio Popolare Milano, e Steve Della Casa, direttore del Torino Film Festival e conduttore della trasmissione RadioTre "Hollywood Party", in un focaccia-party a tinte sgargianti. La geniale arte del riciclo e del montaggio creativo della produzione industriale del cinema indiano tradotte in musica dal bhangra indopakistano dei sobborghi di Londra. Ovvero come si coniugano cha-cha-cha, polke, atmosfere westrn e melopee arabe. Questa è Bollywood, questo è il Bhangra!

Sabato 4 Novembre, ore 21.15
Teatro Nuovo - £ 12.000
Malkit Singh (India/UK)
Bhangra Golden Star
Una delle star mondiali del bhangra con tour di concerti che hanno toccato ventisette paesi, in Italia in esclusiva per Musica 90.

La musica bhangra trae origine dalle regioni del Punjab indo-pakistano ma deve la sua forma attuale e la popolarità immensa alle sperimentazioni, gli innesti e le contaminazioni avvenute in Gran Bretagna ad opera di musicisti come Malkit Singh che ne hanno rinnovato il carattere con un’attitudine al mix tipica della musica pop.

Inoltre, il bhangra è stato fondamentale elemento di coesione ed emancipazione delle giovani comunità di seconda generazione indiana e pakistana dei sobborghi di Londra e delle altre grandi urbanizzazioni britanniche.

Attraverso il contatto con la modernità, le tradizioni indiane assumono nuova veste in terra inglese, ma anche in Africa, negli Stati Uniti ed in altri paesi dell’Asia.

L’arte del contrasto e degli accostamenti audaci, la giocosità e la trascinante essenza ritmica delle sue canzoni fa sì che il bhangra sia anche la musica più utilizzata per le produzioni cinematografiche di Bollywood, la gigantesca industria del cinema popolare indiano.

Ad introdurre il concerto-spettacolo di Malkit Singh verrà proiettato su grande schermo un montaggio dai ritmi pirotecnici di video e film del coloratissimo ed improbabile universo di Bollywood.

Martedì 21 Novembre, ore 21.15
Teatro Nuovo - £ 12.000
Cheikh Lô (Senegal/Burkina Faso)
Nato in Burkina Faso da genitori senegalesi, cresciuto in un ambiente pluri culturale, diventa percussionista e si aggrega ad una serie di gruppi emergenti camerunensi per poi approdare a Parigi ed orientare più precisamente una propria identità musicale. Adepto della confraternita musulmana Mourides di cui adotta anche i segni di riconoscimento esteriori: i dreadlocks. Su spinta e sostegno di Youssou N’ Dour approda al mercato anglosassone fino ad entrare nella scuderia World Circuit del mitico Nick Gold, universalmente noto per essere il produttore di Buenavista Social Club. Oggi la musica di Cheikh Lô è un eccitante mix elettro-acustico che evidenzia con naturalezza il ponte esistente fra ritmi africani e latino-americani.

Ad introdurre il concerto il produttore Nick Gold racconterà la sua esperienza di ricercatore che lo ha portato da Cuba all’Africa nera.

Martedì 28 Novembre, ore 22.00
Café Procope – ingresso gratuito
Black is beautiful
La fonte africana è la più ricca e fertile sorgente di vita per le vicende musicali del pianeta. A Madre Africa, ai suoi ritmi ed alle diaspore che li hanno portati ai quattro angoli del mondo, alla stagione del panafricanismo ed a quella del black power è dedicata questa serata condotta dal critico musicale Alberto Campo e la partecipazione di Bruno Genero e Claudio Gorlier.

Contributi video, black dj’ing, e interventi live di Bruno Genero e Roberto Ballario.

Venerdì 1 Dicembre, ore 21.15
Teatro Nuovo - £ 25.000
Archie Shepp quartet (USA)
Sally Nyolo (Camerun)
La serie di concerti autunnali si chiude con un progetto speciale: un vecchio leone della musica afroamericana ed una giovane talentuosa e seducente voce femminile dell’africa nera, insieme per una maratona dedicata a madre Africa.

Archie Shepp, intellettuale, sassofonista, compositore, autore attivo da sempre sulle tematiche dell’identità afroamericana, impegnato politicamente nella stagione del black power.

Si devono a lui alcune delle più belle opere discografiche degli anni settanta: con Shepp, il blues e le radici africane del jazz assumono rinnovata energia e fascino grazie ad una voce strumentale unica e all’abilità nel trattare con eguale genialià la suite e le ballate-canzone.

Dai tempi del festival panafricano di Algeri negli anni sessanta, le collaborazioni di Shepp con musicisti africani sono state numerose ed importanti, fra le tante ricordiamo quella con i Jajouka del Rif marocchino e, recentemente con gli Gnawa di Tangeri.

Sally Nyolo ha già avuto modo di toccare il successo mondiale per la sua appartenenza al formidabile gruppo vocale femminile Zap Mama. Ora, la giovane camerounense è lanciata in una carriera solista che con base a Parigi la sta portando in giro per il mondo. A Torino, arriverà subito dopo un giro di concerti nei paesi dell’Africa nera dai quali ha ripreso i ritmi rituali femminili bikutsi adattandoli all’ensemble elettro-acustico con il quale si presenterà al nostro pubblico.

Per informazioni:
Sito Web: www.musica90.net
e-mail: musica90@musica90.net /> Tel. 011-4343333

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    A Milano la mostra su Frida Kahlo con le musiche di Brunori SAS