"La lobby dei semafori" è il nuovo video di Dargen D'Amico

Lobby dei Semafori di Dargen D'amicoLobby dei Semafori di Dargen D'amico
24/11/2015 15:26 di

Nuovo video estratto da "D'Io", il disco di Dargen D'Amico pubblicato a febbraio di quest'anno: si tratta di "La lobby dei semafori", uno dei brani più ironici usciti dalla penna di Dargen, in cui un simbolo della quotidianità urbana come il semaforo diventa metafora del fato e di tutte le cose che non riusciamo a controllare nella nostra vita. 
La regia è di Matteo Colombo, che aveva seguito Dargen nella sua serie di concerti casalinghi realizzati da Guestar.



Ecco il testo di "La lobby dei semafori" di Dargen D'Amico:

Non arrivi al cielo se non ci credi davvero
E soprattuto se non è d'accordo con l'aereo la
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori,
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori.
Inutile fare programmi di abbandonare i paraggi
È un mondo di miraggi se hai contro la
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori,
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori.

Ho affrontato un turno di lavoro doloroso di dodici ore
E probabilmente qualcuno mi starà studiando col telescopio dal sole
Scusami il ritardo, come nel Gattopardo, ma il navigatore
Dovrebbe calcolare anche il malumore, anche il tempo che ci vuole
Per raggiungerti qui qui qui all'undicesimo piano
quando l'ascensore è rotto quando c'è il blackout urbano
perché passo col rosso ti sei messo contro
la lobby dei semafori, l'eminenza grigia del rombo

Per esempio il cielo com'è?
Il cielo ha un corpo strano
Però mi piace perché
Ti lascia andare lontano
Ma a me lontano non basta
Lontano ma poi dove?
Dall'altra parte del mondo
Giuro che torno per le nove (x2)

Esci di casa col progetto di bere una cosa
Magari un impegno, magari una sposa invece trovi la
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori,
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori.

Inutile chiedere aiuto alla gente in rete non trovi niente
sei completamente impotente contro la
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori,
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori.

Dai berretti verdi, ai pellerossa, ai colletti bianchi
Siamo tutti servi, siamo tutti comandati, anche i comandandi
E pure quello passa col rosso, guarda, basta suonare la sirena
Quello lì fa molto male come chi passa per fretta dalla canna alla siringa
E se ne accorgerà un domani, nella prossima vita i danni
Sarà costretto a lavorare per campare che ne so per esempio fino a settant'anni
La Lobby dei semafori ha una bruttissimissima abitudine
Vendette molto lente, molti morti, una mortitudine

Per esempio il cielo com'è?
Il cielo ha un corpo strano
Però mi piace perché
Ti lascia andare lontano
Ma a me lontano non basta
Lontano ma poi dove?
Dall'altra parte del mondo
Giuro che torno per le nove (x2)

Esci di casa col proggetto di bere una cosa
Magari un impegno, magari una sposa invece trovi la
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori,
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori.

Inutile chiedere aiuto alla gente in rete non trovi niente
sei completamente impotente contro la
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori,
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori.

Non arrivi al cielo se non ci credi davvero
E soprattuto se non è d'accordo con l'aereo la
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori,
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori.

Inutile fare programmi di abbandonare i paraggi
È un mondo di miraggi se hai contro la
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori,
Lobby dei semafori, Lobby dei semafori.

Tag: nuovo video

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati