Il CEO di Sony Music e la sua originale opinione sul futuro della musica: “gratis vuol dire morte”

Doug Morris, CEO di Sony Music - Doug Morris Sony gratis morte musicaDoug Morris, CEO di Sony Music - Doug Morris Sony gratis morte musica
12/03/2015 10:10 di

Il sito Hitdailydouble.com ha pubblicato una breve intervista a Doug Morris, capo di Sony Music, riguardo alle sue idee in merito ai servizi di streaming. Morris non ha usato mezzi termini: “Normalmente collego il “gratis” al declino del mercato discografico. Perché qualcuno dovrebbe pagare se può avere la stessa cosa gratis? In alcuni casi può valere la pena discuterne ma, in generale, gratis vuol dire morte”.

Secondo l'amministratore delegato della major, l'idea di ascoltare musica senza pagarla ha superato ogni possibile limite ed il principale colpevole è YouTube che ha dato la possibilità ad ogni sito di ospitare musica gratuitamente. Certo il tono delle sue parole e l'approccio abbastanza superficiale al problema lasciano perplessi ma Morris ha comunque toccato un tema caldo: tanti in questi giorni – Lohan Presencer della Ministry Of Sound,  Mark Mulligan di Music Industry Blog e, naturalmente, anche Rockit – hanno detto la loro sull'argomento, facendo diventare YouTube uno dei topic più dibattuti delle ultime settimane.

Per Morris un buon esempio da scegliere tra i siti che forniscono musica tramite abbonamento è Apple Beats – il nuovo servizio di streaming di Apple - mentre su Spotify ci va giù pesante: “Daniel Ek (amministratore delegato di Spotify, NdR) si merita la tremenda responsabilità di aver spinto il masso fino in cima alla montagna. Tutti stanno cercando la chiave magica che risolva il problema ma nessuno c'è ancora riuscito. Spero ci riescano, ci conto”.

via

 

Tag: mercato discografico

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati