Edoardo Bennato vince il premio Amnesty International Italia 2016

foto via expo.rai.it - Edoardo Bennato Premio Amnesty Internationalfoto via expo.rai.it - Edoardo Bennato Premio Amnesty International
14/04/2016 05:00

Dopo Mannarino, che aveva vinto nel 2015 con "Scendi giù", quest'anno il Premio Amnesty International Italia 2016 va ad Edoardo Bennato con il brano "Pronti a salpare", premiato come miglior brano sul tema dei diritti umani.

Antonio Marchesi, presidente di Amnesty International Italia, ha commentato: "Non è sorprendente che la canzone vincitrice del Premio Amnesty sia quest'anno una canzone che parla di chi - anche in questo momento - sta attraversando il mare in cerca di rifugio e sicurezza; di chi sta fuggendo dagli orrori di una guerra che ha distrutto la vita di migliaia di persone: non solo di coloro che l'hanno persa definitivamente, ma anche di coloro che sono costretti a ricominciare tutto, in una terra straniera che spesso non li vuole e fa di tutto per ricacciarli indietro. Edoardo Bennato, con le sue parole e la sua musica, ci aiuta a fare conoscere questa tragedia e i suoi protagonisti: uomini, donne e bambini che meritano la nostra solidarietà di essere umani. Ma formula anche un auspicio: che 'Pronti a salpare', pronti a cambiare il proprio modo di vedere le persone che arrivano sulle nostre coste, siano i nostri concittadini, gli abitanti della ricca (e non più tanto generosa) Europa. Noi, quell'auspicio, non possiamo che condividerlo"

La premiazione avrà luogo sul palco di Rosolina Mare (Rovigo) domenica 17 luglio, nel corso della serata finale della XIX edizione di Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty, festival che inizierà il 14 luglio e che premierà anche la migliore canzone sui diritti umani scritta da un emergente. Il bando rimane aperto fino al 30 aprile, trovate tutte le info qui.

Ecco tutto il testo di "Pronti a salpare" di Edoardo Bennato:

Via da quei luoghi comuni verso luoghi eccezionali
pronti a salpare
Non c’è niente di scontato tutto è ancora da scontare
pronti a salpare
Contro il rischio di condanne condannati a rischiare
pronti a salpare
Senza falsi documenti come autentici emigranti
pronti a salpare... pronti a salpare
Niente rotte regolari solo porti alternativi
pronti a salpare
Niente orari per gli arrivi niente luci niente fari
pronti a salpare...
Non appena si alza il vento prima che si alzi il mare
pronti a salpare
Verso terre sempre verdi prima che sia troppo tardi
pronti a salpare... pronti a salpare

Raffaele predicava in tempi non sospetti
che il rock è un sentimento che appartiene a tutti
e appartiene certamente a chi sa navigare in alto mare
Mare bianco dei crociati mare nero dei pirati
pronti a salpare
Senza tanti complimenti pagamento in contanti
pronti a salpare
Senza farsi troppi conti sulla barca sono in tanti
pronti a salpare
Sulla via della speranza non ci si può disperare
pronti a salpare...

Raffaele lancia ancora le sue onde radio
e inonda di rock il Mediterraneo
e se ne va con chi è destinato a navigare in alto mare

E se i tempi son cambiati resta il mondo da cambiare
pronti a salpare
E anche noi privilegiati del sistema occidentale
pronti a salpare... pronti a salpare

Tag: voci per la libertà

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    I Kasabian hanno pensato di rimandare una data del tour per il Derby della Lanterna