EINSTÜRZENDE NEUBAUTEN in Italia

24/02/2004

Comunicato stampa 26 gennaio 2004

Link Musik in collaborazione con DNA Concerti e Ponderosa Music & Arts presenta:

LA MUSICA E’ ARTE CONCETTUALE NEL TOUR ITALIANO DEGLI

EINSTÜRZENDE NEUBAUTEN

4 MARZO – BOLOGNA (TEATRO DELLE CELEBRAZIONI)
5 MARZO – ROMA (SPAZIO BOARIO)
9 MARZO – MILANO (ALCATRAZ)

TRE CONCERTI PER SCOPRIRE GLI SVILUPPI DEL GRUPPO CAPITANATO DA BLIXA BARGEL CHE HA FATTO LA STORIA DELL’AVANGUARDIA MUSICALE MONDIALE CON UN PERCORSO PARTITO DALLA FINE DEGLI ANNI ’70 ARRIVANDO AI GIORNI NOSTRI CON IL NUOVO ALBUM PERPETUUM MOBILE (Mute/Extralabels)

Vicina al teatro espressionista più che alla musica, l'arte degli Einstürzende Neubauten è forse la rappresentazione più verosimile, e per questo sconvolgente, della società post-industriale. Musicalmente la parentela più evidente è quella con l'industrial, genere di cui rappresentano una delle massime espressioni di sempre insieme a formazioni quali Killing Joke, Nine Inch Nails e Ministry. Ma forte è anche il legame con la no-wave newyorkese, in particolare con i deliri psicotici di Lydia Lunch e con gli incubi thriller dei primissimi Sonic Youth.

Einstürzende Neubauten, ovvero “nuovi edifici che crollano”, è il progetto varato nel 1980 a Berlino dal cantante e chitarrista Blixa Bargeld (alias Christian Emmerich) e dai percussionisti Mufti F.M.Einheit (Franz Strauss) e N.U.Unruh (Andrew Chudy, originario di New York). Il nucleo della band risale almeno a un paio di anni prima, al collettivo “Geniale Dilettanten”, che comprendeva anche le musiciste Beate Bartel e Gudrun Gut (che diventerà una delle maggiori artiste d'avanguardia tedesche).

Ma è stato con il progetto Einstürzende Neubauten che l'underground berlinese, tutta la costellazione dei punk, degli anarchici e degli irregolari che frequentavano l'area dell'Üntergang, un ex-mattatoio che era diventato il centro dell'avanguardia giovanile della città, trovò la sua espressione più completa. È qui che nel 1980 gli Einstürzende Neubauten si esibirono per la prima volta, suscitando scalpore per la loro scelta di affiancare agli strumenti tradizionali, un assortimento di arnesi di ogni tipo (seghe circolari, bidoni pieni d'acqua, plastica, vetro, tubi e travi di metallo, ecc.): live show distruttivi, terroristici e sfrenati, che imposero subito il gruppo come una delle esperienze più estreme e più innovative, e a livello non solo europeo, della musica d'avanguardia.

Dal tempo degli esordi molte cose sono cambiate, la formazione prima di tutto che vede sempre come leader Blixa Bargel (fino a pochi mesi fa anche nei Bad Seeds di Nick Cave), Alexander Hacke, N. U. Unruh, Jochen Arbeit e Rudi Moser, mentre il suono dal 2000 con Silence is Sexy si è evoluto. Dal rumorismo sfrenato il collettivo sviluppa un suono più completo basato appunto sul silenzio e su melodie che risultano essere usuali tenendo conto del passato. Ora a seguire quel disco, sempre per la Mute (label per cui incide anche Nick Cave) ecco giungere quello che dovrebbe definire definitivamente le strade che stanno perseguendo gli Einstürzende Neubauten, ovvero Perpetuum Mobile. La costante metamorfosi sonora dei berlinesi in Perpetuum Mobile assume ancora una volta sembianze nuove, un ritratto di agghiaccianti visoni che si alternano a poesia e radicalismo malinconico. Teatrale e fragile, fragoroso e sperimentale in ogni attimo il disco ricerca l’essenza dell’andare oltre ogni concezione sonora in rispetto della propria tradizione di maesti assoluti dell’avanguardia.

Per il testo si ringrazia www.ondarock.it

Info Bologna
Teatro Delle Celebrazioni: Via Saragozza, 234 - Bologna – inizio h. 21.30 ingr. 25 Euro

Infoline: Link Musik - 051.370233

Info Roma
Spazio Boario: Via Monte dei Cocci 22, Roma – inizio concerto h. 21.00 ingr. 7 Euro (tbc)
Infoline: DNA Concerti – 06.70475248

Info Milano
Alcatraz: Via Valtellina 25, Milano – Inizio concerto h. 21.00 – ingr. 25 Euro (tbc)
Infoline: Ponderosa music & art – 02.89401192

Ufficio Stampa: Jarno - mailto:jarno@dnaconcerti.com - 339.4355906

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati