Emersioni Milanoia al C.S. Leoncavallo

21/03/2002

Gli appuntamenti fissi con Emersioni Milanoia dedicati ai gruppi emergenti sono stati una scommessa per la programmazione culturale del C.S.Leoncavallo. Ora è giunto il momento di dare ancora più spazio alle band del florido sottobosco musicale italiano con 3 giorni di concerti dove, su 3 diversi palchi, ben 26 gruppi provenienti da tutta Italia proporranno diversi generi musicali, dal rock al cantautorato, dall’emo core al noise.

Una tre giorni che vuole distinguersi dai normali festival grazie a parole d’ordine che richiamano la libertà di espressione culturale, spesso vincolata, soprattutto nel panorama musicale italiano, al business, ai diritti d’autore e ai cosiddetti “squali” del mercato musicale che soffocano il vastissimo sottobosco artistico della penisola.

Emersioni Milanoia ha l’obbiettivo di dare nuova linfa e stimolare coloro che scommettono sulle proprie capacità musicali. Inoltre, per il centro di via Watteau è anche il momento per rilanciare un tema “scottante” e fortemente politico come quello dei diritti d’autore, e quale modo migliore se non un festival per ribadire la libertà di espressione che non può essere confinata da leggi sicuramente troppo restrittive, da diritti che favoriscono le grandi organizzazioni musicali negando parecchie possibilità a chi cerca di emergere con gli unici strumenti a disposizione: forza di volontà e fantasia. 1 track 4 no copy quindi, per dire no al copyright e alle limitazioni delle libertà artistiche.

Di seguito i 26 gruppi che comporranno il “cast” del Festival Emersioni Milanoia, alternandosi sui palchi del Baretto, dello spazio Teatro e del capannone.

Giovedì 22 marzo
SPAZIO BARETTO dalle ore 22.00
Saranno tre i gruppi che si alterneranno sul palco del Baretto nella prima giornata del festival, i Lana con il loro rock’n’roll, gli Abbess dal rock minimalista e gli Ardlac con un suono decisamente influenzato dal rock statunitense.

Venerdì 22 marzo
SPAZIO BARETTO E TEATRO dalle ore 22.00
Due gli spazi a disposizione di band emergenti e artisti più o meno affermati al grande pubblico.

Al Baretto, si incomincerà con il ruvido post rock dei Marylinn Phoenix, terzetto di Crema con all’attivo “(S)odio” un mini-cd autoprodotto con sonorità alla Sonic Youth e Nirvana. A seguire il noise rock degli Endura, giovanissimo quartetto di Cuneo, primo Ep nel ’98 poi l’album “Due Complesso”, un suono noise e intimo che dal vivo si inserisce in performances visive e teatrali. In chiusura, il cantautore livornese Luca Faggella, un poeta toscano che a testi di amore unisce poesie, canzoni e saggi con forte connotazione sociale.

Nello spazio Teatro quattro gruppi che dall’underground musicale sono cresciuti fino ad essere apprezzati da critica e pubblico. Apriranno gli Alibia, gruppo di Eboli, l’unica band del sud ad aver partecipato a Rock Targato Italia (ed. 1999) e a vicnerlo , un album autoprodotto nel 2000 dal titolo omonimo e diversissime esibizioni in tutta Italia, dal vivo propongono un electro-noise, le melodie e i testi “rumorosi” sono accompagnati da sintonizzatori e suoni campionati. A seguire, Moltheni, che si è affermato al grande pubblico grazie a sonorità pop-rock miscelate alle atmosfere rilassanti tipiche dei cantautori. A seguire l’indie rock con influenze post-punk degli emiliani Julie’s Haircut, che in questa occasione presenteranno i brani del loro ultimo lavoro “Stars never looked so bright” uscito nel marzo 2002 per Gamma Pop. Infine si esibiranno i Soul Mio, gruppo trip-hop di Milano, il loro disco, uscito per Fridge Rec. è stato prodotto da Cesare Malfatti dei La Crus, la loro esibizione sarà una sorta di aftershow per chiudere la seconda giornata di Emersioni Milanoia.

Sabato 23 marzo
SPAZIO BARETTO, TEATRO E CAPANNONE DALLE ORE 17.00
Al Baretto ben sette i gruppi che proporranno svariate sonorità, dall’etno-folk dei Mivan Multietnico, al rock ‘n’roll degli Effetto G al post punk dei piemontesi Lisa Genetica. Poi ancora il rock contaminato dal power-folk dei Suburbia e il post rock con influenze noise dei Karnea. Si continuerà poi con i milanesi Naif, un quartetto pop-rock con inserzioni di elettronica minimalista. Infine l’esibizione dei Vappa, con il loro live di impatto grazie al sound tra funk e crossover.

Contemporaneamente nello spazio Teatro, altri cinque gruppi; sicuramente interessante sarà la prova dei salernitani A Toys Orchestra, un gruppo che propone ottimi suoni rock alla Dinosoure Jr. con influenze psichedeliche. Presenteranno il loro ultimo lavoro “Job” (Fridge Rec. 2001). I Punto G invece propongono rock decisamente caratterizzato da sonorità post punk e con testi provocatori. Poi ancora si esibiranno i torinesi Avvolte Kristedha, gruppo noise che proporrà i brani dell’album, totalmente autoprodotto, “Ama-n-tide” (distribuito da Venus). Sul palco poi anche i milanesi Emoglobe, terzetto che propone emocore con influenze crossover, le loro esibizioni live (tournée italiana di supporto ai Linea77) sono entusiasmanti grazie alla potenza e alla compattezza del loro sound. Infine le Louche, gruppo di cinque ragazze che suonano buona musica indie rock influenzata fortemente dal suono britannico.

Infine dalle 23.00, sul palco del salone centrale, Krosmos, Mao e i Tribà.

I Krosmos sono un gruppo milanese che propone folk rock balcanico, testi impegnati e musica sicuramente divertente e “nomadica”.

A seguire Mao, un musicista che da parecchi anni calca i palchi di tutta Italia con il suo rock “filosofico” e allegro, un concerto che percorrerà tutta la vita musicale di Mao Gurlino, dagli esordi dei primi anni ’90 come “Mao e la rivoluzione” fino ad oggi.

Per chiudere il festival Emersioni Milanoia, i Tribà, gruppo piemontese che l’estate scorsa ha spopolato con il singolo “Mama insegnami a bailar” tratto dall’album “Ritmo Criminal”. I loro concerti sono una grande dance hall dove suoni caraibici si uniscono a sonorità elettroniche, il funk a suoni afro, scatenando in allegre danze tutto il pubblico.

Questi i gruppi che si alterneranno sui palchi del C.S.Leoncavallo nella tre giorni di festival Emersioni Milanoia. Tutti accomunati dalla voglia di emergere, di affermarsi, di crescere musicalmente, il tutto unito ad una richiesta precisa: la possibilità di poterlo fare liberamente.

La scaletta e gli orari del Festival Emersioni Milanoia:

Giovedì 21
- Spazio Baretto
ore 22 Lana
ore 23 Ardlac
ore 24 Abbes

Venerdì 22
- Spazio Baretto
ore 22 Marylin Phonix
ore 23 Endura
ore 24 Luca Faggella
- Spazio Teatro
ore 22 Alibia
ore 22.45 Moltheni fino alle 00.00
ore 00.30 Julie's Haircut
ore 01.45 Soul Mio

Sabato 23
- Spazio Teatro
ore 16 Lisa Genetica
ore 17 Naif
ore 18 Suburbia
ore 19 Karnea
ore 21.30 Effetto G
ore 22.45 Mivan Multietnico
ore 00.00 Free Way Jam
ore 01.00 Vappa
- Spazio Teatro
ore 16 Punto G
ore 17.15 Louche
ore 18.30 Avvolte Khristeda
ore 19.45 Emoglobe
ore 21 A Toys Orchestra
- Spazio Capannone
ore 22 Krosmos
ore 23 Mao
ore 24 Tribà

Inizio concerti Giovedì e venerdì ore 22.00
Inizio concerti Sabato ore 17.00

Per informazioni:
C.S. Leoncavallo - Via Watteau 7 - Milano
Tel. 02 6705185
e-mail csleo@tin.it

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati