The Expedition live a Catania

19/12/2000

Giovedì 28 dicembre 2000

Mercati Generali di Catania
Nuove musiche contemporanee - Live concerts 2000 (Hilarity Workshop)

Getting Ready for the Expedition

Steve Piccolo - testi, voce, basso
Luca Gemma - voce, chitarra
Gak Sato - DJ, effetti sonori, synth
Giancarlo Locatelli - clarinetti

Ospite speciale Armin Linke - fotografia e proiezioni video

Steve Piccolo presenta una serie di riflessioni musicate che dovrebbero condurre il gruppo al compimento della grande spedizione (The Expedition) dell’estate 2001. Partendo da una sfida trovata in una poesia di Charles Bukowski ("è meglio fare una cosa noiosa con stile che fare una cosa pericolosa senza") la serata si sviluppa con interventi sui pericoli della storia ("fare storia è più pericoloso che scrivere fantascienza"), con riferimento a Edoardo Persico e una poesia a lui dedicato di Giampiero Neri, e sui pericoli del grande mondo (Armin Linke a Lagos), dell’amore e dell’esistenza (Billie Holiday e Sun Ra) e persino della multidisciplinarietà.

Sarà messa in scena una specie d’illustrazione delle gioie e dei pericoli della multidisciplinarietà. Immagini dal mondo captate da Armin Linke durante i suoi viaggi, immagini di panorami planetari in vertiginosa e poco rassicurante mutazione, suoni dirottati dentro il mixer di Gak Sato, il tentativo di Steve Piccolo di dare un senso ritmico e narrativo all’avvenimento.

Verrà proposta inoltre una vera e propria lista delle spese dei preparativi per la spedizione, riunendo in una serata le ricerche compiute da Steve Piccolo e Luca Gemma sul pensiero postumo di Bruce Chatwin, le indagini fatte precedentemente sull’idea di uno spettacolo-viaggio e le più recenti scoperte del gruppo sul concetto del pericolo.

Sarebbe difficile spiegare in poche parole perché Steve Piccolo, newyorchese bassista-cofondatore dei Lounge Lizards e Luca Gemma, voce-cofondatore dei Rosso Maltese, si siano trovati a fare una lunga serie di composizioni e concerti insieme. Adesso hanno anche il grande onore di lavorare con il DJ e compositore Gak Sato, dal Giappone giunto a Milano per lavorare con una tra le più innovative etichette discografiche della "metropoli", la Right Tempo Records (alias Easy Tempo alias Temposphere). La presenza di Giancarlo Locatelli, invece, è stata pressoché costante nei lavori di Steve da oramai cinque anni e non richiede spiegazione. La collaborazione con Armin Linke, fotografo e videomaker milanese, autore del progetto 4Flight, esposto alla Biennale architettura di quest’anno, infine, è l’esito di una sorprendente serie di fauste coincidenze.

Per informazioni:
e-mail mercatigenerali@ctonline.it

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati