Fender ha scelto 11 band emergenti e gli ha fornito tutto il necessario per andare in tour

Fender tourFender tour
15/07/2015 10:09 di

Fender ha preferito un modo diverso dal solito per farsi pubblicità. Invece che percorrere la via più tradizionale abbinando il suo marchio alla band famosa di turno, ha scelto 11 gruppi emergenti e ha fornito loro tutto il necessario per andare in tour: un furgone da 15 posti, i soldi per la benzina e per le spese di viaggio, oltre ad un sito dedicato, con un bacino di 5 milioni di utenti al mese, per promuovere i loro concerti.

Ecco i nomi che hanno beneficiato del programma “Fender Accelerator”: The Bots, Coasts, Deap, Vally, Josh Dorr, Night Terrors of 1927, Priory, Matthew Curry, Marmozets, Real Estatem, Striking Matches, Waters. Di questi undici solo uno, Matthew Curry, non ha ancora un contratto discografico. Justin Norvell – vicepresidente del settore marketing – ha ribadito che l'interesse di Fender è da sempre quello di promuovere band emergenti ma, come prima prova del “Fender Accelerator”, era più saggio partire con band che avessero almeno una struttura alle spalle che li aiutasse a veicolare meglio il progetto. Curry, intervistato da digitalmusic.com, ha dichiarato di aver risparmiato circa 15.500 dollari grazie a “Fender Accelerator”.

Ecco come Richard McDonald, il vicepresidente del marchio Fender, ha commentato questo nuovo progetto: “Normalmente una band si sente pronta ad affrontare un tour solo quando vede che tutta una serie di cose sono al loro posto. Il Fender Accelerator Tour ha l'obiettivo di togliere dalle loro spalle parte di questa tensione e mettere queste splendide band direttamente in viaggio. Siamo felici di far sì che artisti di talento siano nella condizione di concentrarsi solo su cosa conta davvero, la musica”.

Le undici band hanno guidato per un totale di 190.000 km, suonando 189 concerti. Ogni furgone era dotato di 4 GoPro, in modo da documentare a dovere il tour e, ovviamente, è stato scelto un hashtag, #FENDERXLR8R, per seguire tutta l'operazione. Sono stati raccolti quasi 1800 post e più 900 foto su Instagram. Ogni band ha visto crescere il proprio numero di follower di circa il 62%.

via

Tag: mercato discografico

Commenti (1)

  • robaru 15/07/2015 ore 23:21 @robaru

    peccato non aver potuto seguire i vari tour!!

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati