La festa annuale dei Lou Dalfin

16/11/2001

Per il quarto anno consecutivo sarà ancora Caraglio (CN) ad ospitare la festa annuale dei Lou Dalfin.

L’edizione 2001, che si svolgerà nel Palazzetto della Bocciofila di Piazza San Paolo a Caraglio, prevede anche quest’anno diversi momenti di animazione, tra cui i concerti, oltre che una particolare attenzione alla cultura occitana nel suo complesso.

La festa è ormai una consolidata tradizione che ogni anno allarga la provenienza degli appassionati dei Lou Dalfin e della cultura occitana. A questa undicesima edizione hanno già aderito gruppi di persone provenienti dal Friuli, dalla Sardegna, dalla Catalogna, dalla Francia e dai Midi Pirenée.

Le esibizioni musicali, previste dalle ore 22,00, saranno precedute da una mostra MUZICO MUZICANTES, la cui inaugurazione è prevista nel primo pomeriggio di Sabato 17 Novembre.

Nello spazio espositivo, allestito da Sergio Berardo (cantante leader e ghirondista dei Lou Dalfin oltre che figura di riferimento della cultura occitana) per conto dell’Ecomuseo della Pastorizia della Valle Stura, sarà possibile effettuare un viaggio attraverso gli strumenti, le musiche e le danze della tradizione d’Oc.

Pannelli illustrativi completeranno e chiariranno quanto esposto ovvero: strumenti, liuteria, oggetti sonori dal Medio Evo ad oggi per dipingere uno scenario della tradizione musicale d’Oc quanto mai completo e soddisfacente.

A cominciare dalle 22,00 sul palco approntato nel palazzetto si alterneranno parecchie band:
L’Escabot
Piccolo gruppo di cantori (otto elementi) diretto da Fabrizio Simondi uno dei più geniali animatori della rinascita musicale delle valli occitane. Il coro eseguirà il proprio repertorio di musica d’Oc antica e tradizionale e con l’occasione presenterà il nuovo CD edito dalla Uprfolkrock nella collana VIVA QUI SONA, curata da Sergio Berardo
Lo Cepon
E’ la storia vivente della musica tradizionale nizzarda, Fondato negli anni ’70 da Yves Rousguisto esegue il repertorio della contea di Nizza e della Provenza Occidentale basando il proprio organico sul Galobet-Tamborin di cui il leader Patrick Rugeot è un gran didatta.

Alain Floutard
Il più noto organettista occitano. Viene da Tolosa e svolge da anni attività didattica e concertistica. Fondatore di Freta Monil e Trencavel ha realizzato innumerevoli registrazioni discografiche.

Rossinhol
Uno dei più conosciuti gruppi di musica da ballo delle valli occitane. Ghironda, organetto violino, flauti e clarinetto per eseguire raffinate versioni delle nostre danze tradizionali.

Lou Dalfin
I padroni di casa saliranno sul palco intorno alle 22,30 per incendiare il pubblico con la loro potenza musicale che unisce la tradizione occitana alle istanze del rock. Per l’occasione i Lou Dalfin presenteranno il loro primo video tratto da “NA FESTA-NA LAMA” brano estratto dall’ultimo album “LA FLOR DE LO DALFIN” pubblicato a marzo di quest’anno dall’etichetta Uprfolkrock
Lou Seriol
A loro, la nuova musica delle valli occitane, spetta la chiusura della serata. Gruppo che rappresenta una delle espressioni più fresche e vitali del panorama musicale d’Oc. Provenienti dalla Valle Stura presentano uno ska-folk-core diventato ormai colonna sonora della gioventù occitana. Onnipresenti ai festini di paese e borgate, Lou Seriol hanno contribuito a riconquistare le nuove generazioni locali all’amore per la propria terra e cultura.

A tutto questo seguirà una coda prevista per Domenica 18 Novembre, giorno in cui Presso il Teatro Civico di Caraglio si terrà il convegno per la fondazione del movimento Paradge (parità).

Paradge é un laboratorio permanente di elaborazione politica finalizzata allo sviluppo del territorio delle valli occitane.

Un momento di coscienza politica all’interno di una manifestazione in cui ogni aspetto dell’Occitania viene visto con un particolare occhio di riguardo

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati