Festa Rockit, Gelato al Veleno

30/11/2007

Chiudere il 2007 che già è il 2008. Chiudere l’anno 10 di Rockit che dopo c’è il Tutto. Il 14 dicembre - al Bitte, nuovissimo club-Arci in via Watt, a Milano - si terrà l'ultima festa del 2007 aprendo alle novità di Rockit che non aspetteranno nuove stagioni per farsi sentire, ma è una questione di tempo. A breve grosse e belle news.

"Gelato al veleno", questo il nome della serata, presenta un cast d'eccezione: Jennifer Gentle, protagonisti a livello internazionale con un disco, nuovamente targato Sub Pop, che si chiama “The Midnight Room”. Poi l'assoluta rivelazione della poesia della musica Importante di questo 2007: Amor Fou. Progetto che coinvolge Alessandro Raina (ex Giardini di Mirò e Noorda), Cesare Malfatti e Luca Saporiti dei La Crus, Leziero Rescigno (La Crus, Dining Rooms, LeMoko, Soulmio). Presenteranno il loro primo disco: “La stagione del cannibale” (Homesleep). Insieme a loro suonerà l’indie-melodramatic in stile popular Song degli A Classic Education guidati da Jonatha Clancy (Settlefish). Ma tutto comincerà con uno showcase dei Pink Rays.

Alle 20 è prevista una sana e aperta Round Table tra Avvellenati, partecipanti al dialogo attorno alla musica e alla sua evoluzione hi-tech. Gli ospiti saranno annunciati prossimamente. La chiacchierata prima del concerto c’è. Ma poi la Musica. E il Caos. E il Rumore. E la Poesia. Allle 21.30 si attacca. Cioè ci si stacca. One. Two. Three. Fò.

Pieni di sogni, malinconia e tanta rabbia. Bella rabbia che cresce fino ad esplodere in autentica musica da ballare come si deve. Con i Dj Set Sangue Disken che “brucia cartilagini sul dancefloor in tempi duri e musica violenta” e Polaroid Blog.

Per info:
www.rockit.it/gelatoalveleno

Pagine: Giardini di Miro' La Crus Jennifer Gentle Settlefish N00rda (Noorda) Amor Fou The Pink Rays A Classic Education

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Arriva a Bologna il biglietto sospeso per chi non può permettersi un concerto