I festival fanno bene all'economia. Ecco perché

Festival inglesi miliardo euro guadagno economiaFestival inglesi miliardo euro guadagno economia
04/05/2015 10:23 di

Nonostante il mondo musicale continui a non dare segnali economici rassicuranti – dai rendiconti dei servizi di streaming, alla possibilità di guadagnare con i video, per non parlare della vendita dei dischi – c'è un settore, invece, che gode di un'ottima salute, quello dei festival.

Poche settimane fa è stata pubblicata un'interessante intervista a Jeff Kreinik, capo di Ticketfly, principale competitor di TicketMaster nonché uno dei punti vendita di biglietti più importante d'America. Secondo Kreinik è un mercato in continua crescita: i brand sono interessati a sponsorizzare concerti, anche i festival più vecchi - come quelli country con più di 25 anni di storia - si stanno modernizzando utilizzando tecnologie avanzate come i braccialetti RFID che ti permettono di fare acquisti senza usare i contanti; anche gli eventi che ruotano attorno ad un'unica band, come Solid Sound organizzato dai Wilco ad esempio, stanno diventando una realtà sempre più stimolante ed interessante.

Recentemente Billboard.com ha riportato uno studio dell'Association of Independent Festivals (AIF) che conferma questo trend assolutamente positivo: nel 2014 circa 635,000 persone hanno partecipato a festival indipendenti portando un profitto di 296 milioni di sterline e di circa un miliardo negli ultimi cinque anni. Una crescita che Rob da Banks, fondatore di AIF, non ha esitato a definire “fantastica”. E, nonostante il prezzo dei biglietti sia cresciuto di circa il 6,3% di anno su anno dal 2008 ad oggi, l'affluenza dei partecipanti continua ad aumentare tanto che la polizia inglese è stata costretta a creare un database per monitorare tutte le attività illegali collegate a manifestazioni di questo tipo: dalla vendita dei biglietti falsi, ai furti, alle violenze o all'abuso di droga.

viavia

Tag: mercato discografico festival

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati