Il file sharing è una religione. Sul serio.

28/04/2011

Conoscenza per tutti
La ricerca della conoscenza è sacra
La circolazione della conoscenza è sacra
L’atto di copiare è sacra

Questi i quattro comandamenti della Missionary Church of Kopimism, la Chiesa svedese che ha trasformato la fede nel file sharing in una religione. O almeno ci sta provando, visto che ha da poco richiesto alle autorità svedesi di essere riconosciuta come un vero e proprio culto.

A guidare il tutto è il diciannovenne Isaac Gerson, che da tempo sta lottando per il riconoscimento ufficiale del suo movimento. A chi gli fa notare l’assoluto non-sense di tutta la faccenda, Gerson risponde che la condivisione e la compartecipazione sono alla base di molte religioni, quindi perché la condivisione dei file non potrebbe rivestire un ruolo simile?

Insomma, dopo il Partito Pirata, in Svezia si è passati dal profano al sacro.

In attesa di qualche proposta di colonizzazione spaziale in nome del download libero.

Per info:
kopimistsamfundet.se/english/

Tag: politica religione

Commenti (2)

Carica commenti più vecchi
  • Giulio Pons 28/04/2011 ore 16:19 @pons

    apposto.

  • Studio Ritmo&Blu 01/05/2011 ore 00:09 @studioritmoeblu

    Aspettiamoci di vedere questo fenomeno di Isaac Gerson ai vertici di qualche azienda che distribuisce musica a pagamento....

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


Pannello