Finardi attacca le case discografiche

22/12/1999

Dall' ANSA arriva la notizia di una presa di posizione di Eugenio Finardi nei riguardi delle case discografiche.

Durante un incontro con gli studenti di un istituto tecnico industriale di Vibo Valentia, il cantautore milanese avrebbe detto:
«L'arroganza dei discografici e' diventata ormai insopportabile. L'artista oggi non è più libero di scegliere le canzoni che preferisce, di scrivere quello che effettivamente sente dentro e vuole trasmettere al suo pubblico. Per i discografici esiste solo il mercato ed il valore di un disco si misura soltanto dal numero di copie che riesce a vendere, peraltro a prezzi vergognosamente alti. E chi si ribella a questo sistema dopo un po' deve cambiare mestiere» .

Finora lui mestiere non lo ha cambiato... (ndr)

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    A Milano la mostra su Frida Kahlo con le musiche di Brunori SAS