Franklin Delano e Father Murphy a Padova

26/05/2005

AssociazioneStudentiUniversitari + Basemental + SpazioAperto presentano:

pulse.11:

Franklin Delano

+ Father Murphy (Madcap Collective, IT)

VENERDI 27.05.2005 h.21.30

c/o Spazio Aperto - Via Pontevigodarzere 58, Zona Arcella (PD) indicazioni:http://www.basemental.it/treviso/info_padova.htm

Ultimo (si fa per dire...) appuntamento della serie Pulse prima dell'estate, almeno per quanto concerne l'amato capannone di SpazioAperto.

Per chi era venuto a goderseli insieme a Sodastream e Bob Corn al SummerStudentFestival.04, i nostri amici bolognesi non hanno bisogno di presentazioni. Ora, a quasi un anno di distanza, molte cose sono successe a questa nuova rivelazione dell'indie italiano: l'album "Like a Smoking Gun in Front of Me" su MadCap records / file13 e un tour di un mese e mezzo negli Stati Uniti, uniti ad ottime risposte da parte di critica e pubblico.

Per chi invece non li conoscesse (ahhh!) ecco qui, copiata pari pari da www.basemental.it , la presentazione della serata (ad opera dell'ottimo Onga)

Magari non è proprio corretta l'indicazione di provenienza italiana nel titolo, visto che il progetto Father Murphy prende forma nel 2001 a New York e che Franklin Delano è chiaramente un progetto che ha ragione d'essere nelle immensità di qualche highway americana. Ma siamo fieri di avere come connazionali questi due gruppi.

Arieccoli dunque i nostri eroi! Inutile nascondersi dietro un dito: Basemental, Franklin Delano e Madcap Collective tutta sono legati da una grande amicizia che è sfociata in diverse collaborazioni nel tempo.

Per i Franklin Delano è una specie di trionfale ritorno in patria dopo un tour di quasi due mesi negli Stati Uniti, ormai loro patria di adozione. Sono attualmente infatti in tour promozionale con il loro secondo album Like a Smoking Gun In Front Of Me, registrato a Bologna, mixato a Chicago da Brian Deck (Red Red Meat, Califone, Iron & Wine, Modest Mouse) con la partecipazione di quei ceffi eccezionali chiamati Califone in quasi tutti i brani. Il disco ha ricevuto critiche entusiaste dalla stampa italiana e ha fatto breccia anche nel cuore degli americani, straniti da quanto bene i bolognesi sappiano trattare la materia post-folk. Tra aperture quasi-pop, languidi lamenti di lapsteel e rumorose increspature i loro pezzi hanno trovato la quadratura del cerchio risultando in egual modo intensi e di presa immediata. Le qualità strumentali non si discutono, Vittoria Burattini (ex Massimo Volume ) alla batteria è un caleidoscopio di timbri, non è più solo ritmo. Le chitarre di Paolo e Marcella, unite ai duetti vocali, si intersecano, amalgamano e creano quel sound lievemente ipnotico che odora di assolate pianure.

Se si cercano dei riferimenti si possono trovare nell'indolenza di For Carnation o nella post-ruralità propria dei Califone, ma anche nel gioco di voci dei Low.

Father Murphy è un imprevedibile gioco di tastierine, organi, violino e chitarre dove da oscuri drones esplodono contagiosi ritornelli. Si muovono nervosi i pezzi di padre Murphy, si bloccano, ripartono, divertono. Un progetto fresco e innovativo, totalmente libero e naif. La Madcap Collective, di cui Father Murphy è membro, ha da poco ristampato il primo lavoro targato New York 2001 dopo che questo era andato esaurito. Nel frattempo il trio lavora ai nuovi pezzi in uscita dopo l'estate di cui si potrà sentire qualche gustosa anticipazione.

www.franklindelano.org

www.maledetto.it

Ingresso: 5 euro

Inizio concerto ore 21.30 (puntualità raccomandata!!!)

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati