Freak Antoni, a Bergamo con ironia

12/05/2005

SABATO 14 MAGGIO presso “L’INCONTRO MUSIC CAFE’” (Via Previstali 1 – Bergamo) alle ore 21,00, ROBERTO “FREAK” ANTONI (Skiantos) e Alessandra Mostacci presentano il loro concerto surreale di musica contemporanea “IRONIKONTEMPORANEO”.

IRONIKONTEMPORANEO è un CD con 16 brani inediti + 1 traccia rom video, realizzati da compositori di Musica Contemporanea, dove le musiche sostengono i versi di poesie demenzial-surreali, e viceversa, cioè le parole si agganciano alle armonie e alle melodie delle composizioni ... E’ un esperimento che si affianca allo spettacolo “Live” dallo stesso titolo e che, muovendosi all’interno del medesimo ambito, percorre sentieri attigui e del tutto analoghi in quello che potrebbe definirsi un costante “work-in-progress”.

L’idea è quella di osservare da vicino la struttura della Composizione Musicale Contemporanea, che fino a pochi anni fa era ristretto ed esclusivo territorio dell’avanguardia e appannaggio dell’Elite della Sperimentazione. Si è cercato di unire atmosfere compatibili e sinergiche tra Suono e Parola per dare vita a “canzoni recitate” o anche a “musiche poetizzate” o qualcosa di simile, da sottoporre ad eventuale neologismo... Naturalmente, il filo dell’ironia è comunque sotteso a tutto il lavoro, per evitare di trasformare in nuova retorica la Trasgressione Antiaccademica, cercando una propria libertà e una propria originalità svincolate dagli schemi del classico e dell’anticlassico.

Tutti i brani sono stati suonati ed interpretati dalla concertista ALESSANDRA MOSTACCI al pianoforte, con ROBERTO “FREAK” ANTONI (degli SKIANTOS) alla voce recitante e violino.

“IRONIKONTEMPORANEO” è un’opera che cerca di suggerire rimedi e sostegni agli effetti della CLAUSTROFONIA – il terrore di essere chiusi in una stanza nella quale si ascolta musica contemporanea – alleviandone i disagi e proponendo una riconciliazione creativa con l’ascoltatore.

Il simpatico video testimonia lo spirito di questo disco, l’amore per il teatro, per la musica e la sperimentazione, l’intera Opera è dedicata al Maestro LUIGI MOSTACCI (Pianista, insegnante al Conservatorio G.B. Martini di Bologna, compositore, concertista, organizzatore di Concorsi Pianistici Internazionali) padre di Alessandra.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati