"Freeboto" per i Caboto

14/12/2003

I Caboto, il gruppo autore del recente "Did You Get Visuals?", pubblicato con Raving Records e distribuito da Wide presenta un progetto parallelo della band chiamato "Freeboto".

"Freeboto" è la diffusione gratuita via Internet delle session di improvvisazione e studio registrate in sala prove. La band ha deciso di proporre il lavoro reale che si nasconde per mesi dietro ai risultati, che poi diventano dischi. E' un progetto certamente destinato a chi vuole scoprire le sorgenti, lo stato embrionale dei suoni, magari non perfetti, ma mescolati agli sguardi, alle urla, alle parole di sottofondo, all'incomprensione e alle incertezze del provare una cosa "per la prima volta" o "per caso".

Freeboto racchiude così tutto quello che spesso non può essere ripetuto: un discorso lasciato in sospeso per sempre, senza una risposta.

Sarà una serie discografica gratuita - composta da frammenti - nutrita ogni tre-quattro mesi, disponibile direttamente sul sito www.bluebaobab.net/caboto in formato mp3 e dotata di un file con la copertina da stampare.

A gennaio quindi uscirà sul sito la Freeboto n°1 con spunti sia del 2002 che del 2003: undici tracce di improvvisazione per 33 minuti.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    La fiction RAI sulla vita di De Andrè è stata vista da oltre 6 milioni di spettatori