Fringe Torino Jazz Festival, tutti gli italiani di questa edizione

Vi presentiamo brevemente gli italiani che prenderanno parte a Fringe, sezione del Torino Jazz FestivalVi presentiamo brevemente gli italiani che prenderanno parte a Fringe, sezione del Torino Jazz Festival
24/04/2013 di

Fringe vuol dire frangetta, ma qui non c'entra nulla con la wannabe hit de il Deboscio. Fringe infatti è anche ciò che è periferico, marginale, ma qui non c'entra nulla nemmeno “Marginale musique” del gruppo francese Fonky Family (sentitevi la loro hit “Art de rue” quanto spinge), che poi è la prima cosa che mi è venuta fuori scrivendo “Marginale” sul Tubo. Qui infatti ci interessa parlare della versione 'off' del Torino Jazz Festival che parte il 26 e si conclude il 30 aprile. Di là dunque la versione ufficiale con artisti dell'establishment jazzistico italiano internazionale che altrove sono stati definiti (un po' con l'accetta) «pensionati di lusso». Di qua la contaminazione: gli appartamenti di Piazza Vittorio Veneto adibiti a studio di registrazione dove i musicisti improvvisano e vengono campionati al volo per creare inedite partiture elettroniche (“Fringe in the box” curato da Ugo Basile e Francesco Pistoi), le zattere sul Po, i Murazzi che ospitano combo ben poco tradizionali (Hugo & The Prismatics, a metà fra St. Germain e Cobblestone Jazz; No Logic, progetto a cavaliere di tradizione classica e sonorità brasiliane del compositore e jazzista Igor Sciavolino; Jestronick e Gianluca Petrella, fra house, dubstep e soli del grande trombonista barese), i brunch creoli.

Tag: festival

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati