Furono gli Slumber, ora i Canadians

10/05/2005

A più di un anno di distanza dall'ultimo concerto degli Slumber (la band dell'acclamatissimo "Never been a girl", uscito nel maggio 2003 per Fosbury Records/Audioglobe), esordio live per un nuovo progetto che vede al basso e alla batteria Massimo Fiorio e Francesco Baldo, bassista e batterista della fu band veronese. A questa sezione ritmica si sono aggiunti Duccio Simbeni (chitarra e voce, già nei bresciani Microluna) e Michele Nicoli chitarra, già con i veronesi Marian).

Il nome del nuovo progetto è CANADIANS; quasi un tributo alla meravigliosa scena pop canadese che negli ultimi anni ha sfornato tantissimi capolavori indiepop. Il pop è anche il principale genere proposto dai Canadians. Un pop ovviamente lontanissimo dai vari Justin Timberlake, Cristina Aguilera e Britney Spears (3 artisti comunque molto amati dai componenti della band...). Qui siamo dalle parti di Girls in Hawaii e Pavement. A volte addirittura Beach Boys e Interpol.

O i Grandaddy che cercano di scimmiottare i Coldplay. Due chitarre, un basso e una batteria. Canzoni semplici, ritornelli pronti per essere canticchiati. In una parola: catchy.

Attualmente il gruppo, presentato da Fosbury Records, sta registrando una canzone per la compilation "Songs For Another Place Vol.1" promossa da Urtovox e Awfull Bliss, che verrà distribuita in tutto il mondo da ottobre.

A settembre vedrà la luce il primo EP della band. Al Blocco il gruppo presenterà un'anteprima dei brani che andranno a
comporre l'ep. Venerdì 13 la serata sarà aperta dai Daphne (la band di Jacopo Gobber), poi ci sarà l'esibizione dei Canadians, e si finirà con John Mario, che presenterà il disco d'esordio, intitolato "Viaggiare!".

Venerdì 13 maggio 2005
BLOCCO MUSIC HALL
San Giovanni Lupatoto (VR)

Per informazioni:
www.wearecanadians.tk
www.newzeroeurope.com
mailto:info@newzeroeurope.com

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Arriva a Bologna il biglietto sospeso per chi non può permettersi un concerto