A proposito di SIAE: ecco un modo facile per eliminare il borderò

Geo Track IdentifierGeo Track Identifier
24/06/2014 15:50

Se avete mai organizzato un concerto, o se avete mai fatto un djset o suonato in un locale, saprete che c'è un momento molto temuto da tutti: quello in cui si deve compilare il borderò. 
Per chi non lo sapesse, si tratta di un documento (rigorosamente cartaceo e su modello prestampato fornito direttamente da SIAE) in cui l’organizzatore o il responsabile di un evento musicale deve annotare con precisione tutti i brani musicali eseguiti o riprodotti durante la serata, indicando titolo e autore (quasi mai possibile farlo con precisione o accuratezza, anche perché basta una lettera fuori posto per invalidare il tutto), per poi riconsegnarlo fisicamente agli uffici SIAE. 
Ebbene, ci sarebbe una maniera molto semplice per evitare tutto questo scambio inutile di cartacce: un'app che identifichi tutti i pezzi che vengono suonati durante una serata per poi trasmetterli direttamente agli uffici di competenza, in maniera simile a quello che fanno applicazioni come Shazam. 
Un team tedesco ha prodotto proprio questo sistema: si chiama Geo Track Identifier e consiste in una "scatola" da posizionare all'interno del club che identifica e memorizza tutte le tracce riprodotte, anche se modificate con cambi di pitch e tempo, come avviene spesso in un djset. Al momento il sistema è in sperimentazione, ma è già in grado di riconoscere il 90% dei brani proposti. 
Di certo non cambierebbe moltissimo in quanto a ridistribuzione dei diritti tra gli artisti (che la SIAE ripartisce secondo criteri per molti versi oscuri), ma renderebbe la vita più semplice a tutti, specialmente ai musicisti. 

(via)
 

Tag: siae tecnologia diritto d'autore app

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Anche Manuel Agnelli condurrà un programma su Rai 3