Bellissimi giardini ispirati alle copertine dei classici del rock

L'opera realizzata in omaggio a The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd (foto di Luciano Movio)L'opera realizzata in omaggio a "The Dark Side of the Moon" dei Pink Floyd (foto di Luciano Movio)
14/12/2017 10:44 di

Giardini come copertine dei grandi classici del rock: questa è l’idea di Marco Rateni, giovane architetto di Campobasso che progetta e realizza spazi verdi che riproducono famosissime cover di album. Dalla rotatoria che omaggia “Adrenalize” dei Def Leppard nella sua città all’opera dedicata a “The Dark Side of the Moon” dei Pink Floyd, creata nel contesto di Villa Erba a Cernobbio (CO), Marco con il suo progetto My Rock Landart aspira ad ottenere “una fusione multisensoriale tra giardino e cultura rock”.

 

La rotatoria ispirata ad "Adrenalize" dei Def Leppard

 

Attualmente in mostra allo Zeppelin Live Pub di Campobasso con una nuova opera basata su “The Best of Both Worlds” dei Van Halen, l’architetto ha tantissimi altri progetti che sta consegnando in tutta Italia, e addirittura una sua rappresentazione dell'album “Sultans of Swing” è arrivata tra le mani degli stessi Dire Straits. “Nel corso degli anni ho partecipato a centinaia di concerti nei luoghi più disparati: dai grandi festival ai piccoli club provinciali; dall’Italia agli States”, scrive Marco sul suo sito, “Le emozioni e le esperienze vissute e collezionate, sono raccolte all’interno di questa mia nuova iniziativa”. Tanti i progetti pronti ancora da realizzare: da “Terremoto” dei Litfiba a “Badmotorfinger” dei Soundgarden, con tecniche così illustrate dall’autore: “La policromia di colori è ottenuta con le naturali fioriture stagionali delle piante e con la scelta di pietre dalle sfumature speciali. L’illuminazione è data dai Led. Le sedute sono ricavate da Flight Case riciclate ed all’interno dell’area sono posizionati dei QR-Code che scansionati con l’app MR landart indirizzano l’ascoltatore ai brani dell’album che hanno ispirato il giardino”. Un giardino dunque non solo da ammirare, ma anche da ascoltare.

 

Il bozzetto ispirato a "Terremoto" dei Litfiba

Tag: curiosità copertina

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati