Il giorno della memoria e i Gang a Sesto S.G.

22/12/2000

Settore Cultura
Servizio Attività culturali

Cinema per le scuole, i Gang in concerto, la Shoah nei libri di testo, omaggio al Monumento alla Deportazione

IL GIORNO DELLA MEMORIA

La Legge n. 211 del 20 luglio 2000 della Repubblica italiana ha riconosciuto “il giorno del 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”.

La Città di Sesto San Giovanni, Medaglia d’Oro al Valor militare per la Resistenza, ha deciso di organizzare un’articolata serie di iniziative, particolarmente rivolte ai giovani, per ricordare tale ricorrenza e per riportare l’attenzione sui valori morali e civili che la ispirano.

Il programma delle iniziative prevede proiezioni cinematografiche legate al tema, un concerto, un incontro con alcuni storici e una cerimonia di omaggio al Monumento alla Deportazione.

LE PROIEZIONI CINEMATOGRAFICHE

In particolare, nelle mattinate di giovedì 25 e venerdì 26 gennaio p.v. verranno proiettati presso il Cinema Rondinella di Viale Matteotti 425 i seguenti film, scelti con la collaborazione dei dirigenti scolastici degli istituti cittadini tra la produzione cinematografica recente che ha trattato il tragico argomento della Shoah e della deportazione:
G. 25.1.: “L’ISOLA IN VIA DEGLI UCCELLI” di Soren Kragh-Jacobsen (Dan-Gb-Germ, 1997) – consigliato alle scuole medie inferiori e alla 5° classe delle scuole elementari;
V. 26.1: “TRAIN DE VIE” di Radu Mihaileanu (Fr-Rom-Ung, 1998) – consigliato alle scuole medie superiori.

Le proiezioni avranno inizio alle ore 10. L’ingresso è riservato alle classi scolastiche che avranno prenotato anticipatamente, entro la data del 19 gennaio p.v. Per prenotazioni e informazioni ci si può rivolgere direttamente alla segreteria del cinema Rondinella, tel. 02/22478183 (orari: 9-12.30 e 14/18.30), e-mail: cgs.rondinella@tiscalinet.it. E’ previsto un biglietto d’ingresso a carico di ciascun studente partecipante di L. 3000. Per le scuole medie inferiori che avessero difficoltà a raggiungere la sala cinematografica è previsto un servizio di trasporto gratuito che potrà essere prenotato con le medesime modalità.

GANG IN CONCERTO

Nella serata di venerdì 26 gennaio si terrà, sempre presso il Teatro Rondinella, un concerto rock del gruppo GANG.

I Gang, oltre ad aver dedicato una canzone a Sesto San Giovanni, sono un gruppo notoriamente impegnato su tematiche civile e sociali; con il loro concerto si vuole quindi attirare l’attenzione dei giovani sulla manifestazione cercando di veicolarne il messaggio anche attraverso la musica.

Il gruppo si è formato agli inizi degli anni ’80 nella provincia marchigiana, intorno ai due fratelli Marino e Sandro Severini, voce e chitarra della band.

Attraverso influenze musicali che vanno dai Clash agli Who, dai Pearl Jam ai Rolling Stones, i Gang si affermano come una delle migliori rock band italiane, caratterizzata da testi fortemente impegnati in senso politico e sociale. La forza del gruppo si esprime al meglio nelle esibizioni live, spesso a sostegno di cause civili. Dopo le autoproduzioni di “Tribe’s Union” e di “Barricada Rumbe Beat” incidono per la Cgd “Reds”, “Le radici e le ali”, “Storie d’Italia” e “Una volta per sempre”. Nel 1997 incidono “Fuori dal controllo” per la Wea; la loro ottava e per ora ultima opera si intitola “Controverso” ed è uscita nella primavera del 2000. I testi rimandano a suggestioni diverse, che vanno da Pasolini ad Andrea Pazienza, da Giovanni l’Evangelista a Quentin Tarantino; i testi sono scritti da Marino Severini, ma il brano “Reflesciasa” porta la firma del romanziere Erri De Luca.

Oltre ai fratelli Severini, completano l’attuale formazione dei Gang Paolo “Zico” Mozzicafreddo alla batteria, Francesco Capolaretti al basso e Fabio Verdini alle tastiere.

Maggiori informazioni sui Gang possono reperite sul sito members.xoom.it/gang, che contiene anche i link ad una quarantina di siti antifascisti.

Il concerto sarà aperto dai Bohemiens, giovane gruppo dell’hinterland milanese, che già si sono esibiti a Sesto San Giovanni nell’ambito di manifestazioni come “Scorribande” e “Rondirock”. Al loro attivo la partecipazione come finalisti in manifestazioni quali “Pagella Rock” e “Cant’autori” e alla compilation “Stop Aids”. La visita al campo di sterminio di Mathausen ha ispirato una delle loro composizioni.

Il concerto avrà inizio alle ore 21 e sarà ad ingresso libero sino ad esaurimento dei posti disponibili in teatro.

I GIOVANI E LA MEMORIA

Sabato 27 gennaio, Giorno della Memoria, si terrà nella mattinata un momento di approfondimento teorico del tema della manifestazione. Alle ore 10, sempre presso il Teatro Rondinella, si terrà un incontro particolarmente dedicato a docenti e studenti dal titolo “I GIOVANI E LA MEMORIA - Come i libri scolastici raccontano la storia della deportazione e della Shoah?”. All’incontro, che sarà moderato dall’Assessore alla Cultura, prof. Luigi Vimercati, interverranno lo storico prof. Augusto Camera, il prof. Alberto De Bernardi, docente di Storia contemporanea dell’Università di Bologna e il prof. Luigi Ganapini, docente di Storia dell’Italia contemporanea all’Università di Bologna.

In margine all’accesa polemica attualmente in corso sui libri di testo di Storia per le scuole, ma non da essa generato, l’incontro vuole essere un’occasione per mettere a diretto confronto gli “addetti ai lavori”, cioè gli autori dei libri scolastici, con coloro che tali strumenti utilizzano quotidianamente, cioè studenti e insegnanti, e per verificare come una delle più grandi tragedie dell’umanità viene raccontata ai giovani di oggi.

L’ingresso all’incontro è libero, ma si raccomanda la prenotazione da parte delle scuole interessate ai recapiti del Cinema-Teatro Rondinella sopra indicati o ai recapiti dell’Ufficio Cultura indicati in calce.

OMAGGIO AL MONUMENTO ALLA DEPORTAZIONE

Sempre nella giornata di sabato 27, alle ore 15, avrà luogo, a conclusione della manifestazione, una cerimonia per rendere omaggio al Monumento alla Deportazione presso il Parco Nord, al quale saranno invitati a partecipare, oltre alle associazioni partigiane e degli ex-deportati, anche gli altri Comuni sul cui territorio il parco insiste e/o che avevano partecipato alla realizzazione e all’inaugurazione del Monumento.

Il punto di ritrovo è fissato alle ore 14.30 presso il parcheggio consortile sulla bretella di Via Clerici.

Il Monumento alla Deportazione, la cui realizzazione è stata promossa dal Comune di Sesto San Giovanni, è stato progettato dagli architetti Lodovico e Alberico Barbiano di Belgiojoso con la collaborazione del maestro d’arte Giusppe Lanzani e realizzato grazie al contributo di Coop Lombardia.

Dal 1998 è stato collocato su una collina all’interno del Parco Nord; all’inaugurazione erano intervenute le autorità dei Comuni di Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese e Muggiò, oltre all’attore e musicista di origine ebraica Moni Ovadia.

INFO

§ Comune di Sesto San Giovanni, Servizio Attività culturali
Villa Visconti d’Aragona, Via Dante 6, tel. 02/2620244, fax 0226225490 – e-mail: culturasesto@tiscalinet.it />
§ Cinema-teatro Rondinella
Viale Matteotti 425, tel. 02/22478183, e-mail:
cgs.rondinella@tiscalinet.it

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati