Google non suggerire, altrimenti multa

06/04/2011

Google dovrà filtrare i suoi suggerimenti, così ha decretato il tribunale di Milano riguardo alla funzione Suggest, l'applicazione che suggerisce il completamento della chiave di ricerca durante la digitazione.

Lo riporta oggi Puntoinformatico.it: un imprenditore del settore finanziario ha trovato il proprio nome nella Suggest Search, accostato alle parole "truffa" e "truffatore". Ha deciso così di fare causa al motore di ricerca per diffamazione.

Google ha difeso il proprio operato sostenendo di non essere direttamente responsabile dell'accaduto, in quanto a memorizzare i dati che completano le chiavi di ricerca non sarebbe Google ma un programma che lavora autonomamente in base ad algoritmi.

Google è stato giudicato colpevole perchè, anche nel caso in cui non fosse stato responsabile delle informazioni contenute nella funzione Suggest, non è intervenuto a eliminare i suggerimenti di ricerca in seguito alla segnalazione dell'imprenditore. Google dovrà pagare 1.500 euro di diritti lesi all'imprenditore, e 2.300 euro di spese legali, oltre a dovere filtrare i risultati di ricerca.

Per info su Google e il servizio Suggest:
punto-informatico.it/3125765/PI/News/google-suggest-colpevole-italia.aspx

Commenti (3)

Carica commenti più vecchi
  • Faustiko Murizzi 06/04/2011 ore 17:50 @faustiko

    Eh... allora col nano la vedo dura sui filtri da applicare... :[

  • Antonio Spacca 06/04/2011 ore 21:46 @quandomai

    solo il nano ? mettiamoci anche tutto il resto della banda,,,,hehe

    ciao
    :=

  • Face(the)Fact 07/04/2011 ore 00:23 @panzerfaust

    Possiamo direttamente oscurare internet ahahaha
    :]

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

Porno per sapiosessuali su Rai1: Alberto Angela intervista Paolo Conte nelle Langhe