Ecco perché da domani cercare i testi delle canzoni sarà molto più facile

testi canzoni lyrictesti canzoni lyric
30/06/2016 11:36 di

I testi delle canzoni sono certamente uno dei contenuti più cercati in rete. Esistono centinaia di siti che li raccolgono e molti li pubblicano illegalmente senza avere l’approvazione degli artisti, né tanto meno pagando loro i diritti dovuti.
Google ha pensato bene di colmare questo vuoto stringendo un accordo con la società di Toronto LyricFind - uno dei portali leader in questo settore, che ha contratti con più di 4.000 case discografiche e lavora con più di 100 paesi di tutto il mondo - per mostrare direttamente i testi delle canzoni tra i risultati delle sue ricerche.

Basterà scrivere il titolo del brano e “lyrics” per visualizzare la prima parte del testo della canzone, ma se si vuole leggerlo per intero sarà necessario accedere a Google Play. In Italia il servizio è già attivo su Google.com - utilizzando la parola “testo” - ma non sempre funziona a dovere. 

(via)

Dopo Google traduttore, il dizionario integrato che compare ogni volta che digitiamo una parola o il box laterale ci che fornisce una breve descrizione dell’argomento cercato prendendo informazioni da Wikipedia o da altri siti, il motore di ricerca si sta evolvendo in un portale sempre più complesso che propone contenuti e non si limita più solo a indirizzare l’utente al miglior risultato trovato in base alla sua ricerca.

Tutti i siti che raccolgono e pubblicano testi, quindi, saranno terribilmente penalizzati e molti saranno costretti a chiudere perché, da sempre, il primo modo per trovare le parole di una canzone è cercarle su Google. Ovviamente, se l’utente le trova già grazie allo stesso motore di ricerca ogni altro sito diventa inutile. Un lato positivo in questo accordo tra Google e LyricFind, però, c’è: gli artisti avranno la possibilità di guadagnare molto di più dai testi delle loro canzoni. Mettendo all’angolo tutti i siti illegali e proponendo un accordo così vantaggioso, Darryl Ballantyne - CEO della società canadese - promette un importante aumento nei guadagni per gli artisti.

Prevediamo un nuovo flusso di entrate significativo” - ha commentato a Billboard, Ballantyne - “Non posso entrare nei dettagli delle percentuali ma ci aspettiamo aumenti milionari. Tutte le royalty saranno regolarmente pagate in base al numero di visualizzazioni. Più i testi saranno letti e più l’artista guadagnerà”.

(via)

Tag: tecnologia google testi diritto d'autore

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati