Ecco perché da domani cercare i testi delle canzoni sarà molto più facile

Google ha stretto un accordo con LyricFind per far visualizzare i testi delle canzoni direttamente nei risultati di ricerca
30/06/2016 11:36

I testi delle canzoni sono certamente uno dei contenuti più cercati in rete. Esistono centinaia di siti che li raccolgono e molti li pubblicano illegalmente senza avere l’approvazione degli artisti, né tanto meno pagando loro i diritti dovuti.
Google ha pensato bene di colmare questo vuoto stringendo un accordo con la società di Toronto LyricFind - uno dei portali leader in questo settore, che ha contratti con più di 4.000 case discografiche e lavora con più di 100 paesi di tutto il mondo - per mostrare direttamente i testi delle canzoni tra i risultati delle sue ricerche.

Basterà scrivere il titolo del brano e “lyrics” per visualizzare la prima parte del testo della canzone, ma se si vuole leggerlo per intero sarà necessario accedere a Google Play. In Italia il servizio è già attivo su Google.com - utilizzando la parola “testo” - ma non sempre funziona a dovere. 

(via)

Dopo Google traduttore, il dizionario integrato che compare ogni volta che digitiamo una parola o il box laterale ci che fornisce una breve descrizione dell’argomento cercato prendendo informazioni da Wikipedia o da altri siti, il motore di ricerca si sta evolvendo in un portale sempre più complesso che propone contenuti e non si limita più solo a indirizzare l’utente al miglior risultato trovato in base alla sua ricerca.

Tutti i siti che raccolgono e pubblicano testi, quindi, saranno terribilmente penalizzati e molti saranno costretti a chiudere perché, da sempre, il primo modo per trovare le parole di una canzone è cercarle su Google. Ovviamente, se l’utente le trova già grazie allo stesso motore di ricerca ogni altro sito diventa inutile. Un lato positivo in questo accordo tra Google e LyricFind, però, c’è: gli artisti avranno la possibilità di guadagnare molto di più dai testi delle loro canzoni. Mettendo all’angolo tutti i siti illegali e proponendo un accordo così vantaggioso, Darryl Ballantyne - CEO della società canadese - promette un importante aumento nei guadagni per gli artisti.

Prevediamo un nuovo flusso di entrate significativo” - ha commentato a Billboard, Ballantyne - “Non posso entrare nei dettagli delle percentuali ma ci aspettiamo aumenti milionari. Tutte le royalty saranno regolarmente pagate in base al numero di visualizzazioni. Più i testi saranno letti e più l’artista guadagnerà”.

(via)

---
L'articolo Ecco perché da domani cercare i testi delle canzoni sarà molto più facile di Sandro Giorello è apparso su Rockit.it il 30/06/2016 11:36

Tag: tecnologia - diritto d'autore - google - testi

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Leggi anche
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani