La musica è usurante: orchestre indagate per lesioni colpose

Immagine via Wikipedia - Il pm di Torino Raffaele Guariniello indaga sul caso di un suonatore che ha ricevuto un indennizzo INAILImmagine via Wikipedia - Il pm di Torino Raffaele Guariniello indaga sul caso di un suonatore che ha ricevuto un indennizzo INAIL
16/04/2013 14:44

Lavorare per anni facendo sempre gli stessi movimenti, nella stessa posizione. Non si parla di catena di montaggio, ma di un lavoro che comunque può essere usurante, anche se nessuno lo potrebbe immaginare. Stiamo parlando del lavoro di musicista: il pm di Torino Raffaele Guariniello ha infatti aperto un'indagine per portare alla luce eventuali responsabilità dell'Orchestra della RAI per le condizioni in cui versa un suonatore di basso tuba, che ha già ricevuto un indennizzo INAIL dovuto all'utilizzo per trent'anni dello strumento. Guariniello ha aperto un fascicolo contro ignoti, ipotizzando il reato di lesioni colpose.

Non si tratta della prima indagine di questo tipo da parte di Guariniello che, già nel 1999, si occupò del caso di una suonatrice di violoncello: la musicista soffriva della cosiddetta "sindrome del dito a scatto", patologia legata a lavori usuranti.
 

Tag: polemica musica classica

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    Pannello