Perché il nuovo iPad Pro piacerà a tutti i musicisti

iPad pro AppleiPad pro Apple
11/09/2015 15:19 di

Quando abbiamo intervistato i Verdena in occasione dell'uscita del primo volume di "Endkadenz", il loro nuovo doppio album, Alberto Ferrari si era dimostrato entusiasta del suo iPad. Non solo perché poteva trasferirci tutta la sua collezione di vinili e ascoltarli dove voleva, ma anche per l'ottima qualità degli strumenti che l'iPad poteva riprodurre: molte delle tastiere e degli archi di quel disco, infatti, sono state registrate con quell'unico device.

Pochi giorni fa, la Apple ha presentato l'iPad Pro nel consueto appuntamento annuale dedicato al lancio dei suoi nuovi prodotti. La prima caratteristica che tutti hanno notato del nuovo modello, ma che a pochi è piaciuta, è stata l'Apple Pencil: un pennino che permetterebbe all'utente di disegnare, di prendere appunti e altro ancora. In molti hanno storto il naso perché non rispecchierebbe la filosofia Apple secondo la quale, parole di Steve Jobs, “il dito è il miglior puntatore possibile”. Ma ci sono altre caratteristiche dell'iPad Pro che, al contrario, potranno piacere parecchio ai musicisti. 

La dimensione

Anche questa è stata oggetto di critiche, lo schermo da 12.9 pollici è certamente più ingombrante e meno manegevole ma sicuramente si dimostrerà utile per tutti quelli che useranno l'iPad per suonare: è più comodo e portatile di un qualsiasi laptop, e ogni tanto è bello provare a lavorare in un posto diverso dal proprio studio, magari all'aperto. Inoltre, con il nuovo sistema operativo iOS 9, si potrà sfruttare l'opzione “Split View” dividendo lo schermo in due in modo da usare due applicazioni contemporaneamente; anche questa è una comodità da non sottovalutare, che potrebbe consentire di lavorare alla musica in maniera diversa dal passato.

La potenza e la durata della batteria

La Apple promette che l'iPad Pro, grazie al processore a 64-bit A9X, sarà più potente della maggioranza dei computer portatili in commercio, e in più è decisamente più economico (che non fa mai male). Anche in modalità wi-fi potrà lavorare fino a 10 ore, perfetto quindi per utilizzare app "pesanti" che con un altro device consumerebbero troppa batteria. La lunghissima durata della batteria è inoltre ottimale per suonare live senza brutte sorprese, per lunghe session in studio oppure per impegnare i viaggi in furgone componendo e appuntando nuovi brani.


Certamente ci sono aspetti per cui un computer può essere più performante di un iPad Pro, ma il nuovo modello del tablet Apple potrà permettere l'utilizzo di app sempre più complesse e, come per i Verdena, diventerà una risorsa ancora più importante per chi vuole avere a disposizione un grande numero di strumenti tutti racchiusi in un unico tablet. L’iPad Pro sarà disponibile da novembre. I prezzi sono: 799 dollari per il modello da 32GB, 949 dollari per il modello da 128GB e 1079 dollari per il modello da 128GB LTE. Qui tutti i dettagli.


Via

Tag: tecnologia

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Come Instagram, ma per la musica: ecco come funziona Cymbal