"Sabato", il nuovo singolo di Jovanotti e la storia dietro la copertina

Il nuovo singolo di Jovanotti, SabatoIl nuovo singolo di Jovanotti, Sabato
16/12/2014 10:45

È uscito oggi il nuovo singolo di Jovanotti, "Sabato", che anticipa un nuovo disco di inediti intitolato "Lorenzo 2015 cc" che uscirà il prossimo 24 febbraio e che, pare, avrà una lunga tracklist.
Registrata tra Cortona e l’Electric Lady Studios di New York, la canzone mette insieme melodie malinconiche e suoni più vicini alla dance. Racconta di ricordi personali e di un senso di disillusione: ci sono King Kong e Michael Jackson, i motorini truccati e le astronavi, il lavoro e il tempo perso, "Heroes" e i videogames, la speranza e il disincanto. Per la regia del video (che uscirà oggi stesso, alle 14) Jovanotti ha voluto a fianco a sé un giovane gruppo di lavoro: Younuts! & Lebonski, Niccolò Celaia, Antonio Usbergo e il rapper Salmo. Hanno realizzato un piccolo film ambientato in un Luna Park di provincia, un sorta di “gita” metaforica e surreale attraverso i vizi e i costumi di un “Sabato italiano”.
A parte la bella canzone (che ascoltate qui in alto) ci ha attirato molto la sua copertina: un design molto minimale e vecchio stile, con al centro una moto abbastanza datata e decisamente fuori moda. 

Toni Thorimbert è un reporter, ritrattista, affermato fotografo di moda e art director che si è occupato della cover e che sul suo blog ha raccontato l'idea originaria del progetto, nata proprio da Jovanotti e riassunta in un'email dello stesso Cherubini, che diceva di volere una moto, ma non vintage "...che è un po' troppo cool, quanto piuttosto il motocross, i motorini truccati, quell'immaginario di officina di provincia che però ha qualcosa di sognato, un desiderio forte. Celebrare la vita attraverso i suoi errori, le sue assudità, i suoi slanci, le sue storture. Quella cosa che spingeva i ragazzini a truccare i motorini, cos'era se non voglia di prendere la realtà fatta in serie e modificarla a propria immagine? Slanci vitali, puri slanci vitali..."

Quasi per magia quello stesso weekend all'idroscalo di Milano si teneva il mercatino delle moto usate, dove Giorgio Serinelli trova e fotografa, quasi per scherzo, questo Malaguti Fifty pieno di adesivi tamarri e di quella poesia che fa innamorare sia Toni che i suoi assistenti. 

Arrivati al mercatino però, della Malaguti non c'è più traccia e il fotografo parte in una disperata ricerca mentre si diverte anche a immortalare alcune delle cose meravigliose esposte alla fiera.

Alla fine si riesce a rintracciare il motorino, e dopo aver contrattato sul prezzo, Toni e suoi lo comprano. Il set migliore per lo shooting sembra essere proprio il cortile di Toni, così senza perdere altro tempo corrono a casa, montano il bianco e stampano gli adesivi da applicare sulla moto (che non sono messi su con photoshop, quindi). Et voilà.

Tag: nuovo brano

Commenti (3)

Carica commenti più vecchi
  • rotfl 16/12/2014 ore 13:12 @rotfl

    ok ma che sa jovanotti dei lunedì, che non ha mai lavorato e forse a stento (o per finta) ha fatto il militare a diciottanni? fichissimo il motorino, il pezzo ahinoi fa cacare.

  • Giulio Pons 16/12/2014 ore 13:14 @pons

    rotfl anche fare musica è un lavoro

  • asimmetria 16/12/2014 ore 13:51 @asimmetria

    fare musica è un lavoro vero, a volte stancante e deludente, a volte entusiasmante e gratificante, esattamente come la maggior parte degli impieghi e comunque ha senz'altro la stessa dignità di ogni altro tipo di occupazione retribuita.

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

Com'è Brunori Sa, il nuovo programma di Dario Brunori su Rai 3