Julie's Haircut, il track by track del nuovo disco The Wildlife Variations

01/06/2012

Da lunedì potrete ascoltare su Rockit tutto "The Wildlife Variations", il nuovo EP di quattro pezzi pubblicato dai Julie's Haircut e fuori per Trovarobato, Woodworm e Superlove. Oggi lasciamo la parola alla band, che introduce l'album spiegando traccia per traccia di cosa parlano i testi dell'EP, giusto per capire che atmosfere aspettarsi.


“Dark Leopards of the Moon” è una immagine ripresa da una poesia di William Butler Yeats; viene qui utilizzata come suggestione narrativa e chiaramente non in senso letterale e nemmeno nel significato attribuitogli da Yeats, sebbene ci piaccia pensare anche alle nostre liriche in chiave simbolica o simbolista. Il testo è una sorta di invocazione a raggiungere un luogo, fisico o interiore, in cui compiere una trasfigurazione verso uno stato differente dell’essere.

“Johannes” è Johannes Kepler, cioè Keplero, ma l’unico riferimento diretto a lui è nella parola “sfere”: il testo è piuttosto un tentativo di immaginare una scena da fine dei tempi vista con gli occhi di una civiltà pre-moderna.

Anche in “Bonfire”, come negli altri brani, il punto di vista è della prima persona plurale, cioè del “noi”: chi parla, in questo caso, è un popolo che approda a una nuova terra, e il testo cerca di esprimere la consapevolezza dell’accettazione di un destino comune.

"The marriage of the sun and the moon" descrive una scena iconica dell'immaginario alchemico: l'incontro degli opposti, la Regina Bianca che sposa il Re Rosso, la genesi di una nuova consapevolezza scaturita dall'incontro di due realtà apparentemente incompatibili che si riconoscono come possibili metà complementari di un senso nuovo.

Tag: ep nuovo disco track by track

Pagine: Julie's Haircut La famosa etichetta Trovarobato

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Wilma De Angelis canta "Non è per sempre" degli Afterhours