Esiste davvero una “Legge Rovazzi” per far circolare i trattori sulla strade statali

via ilmilaneseimbruttito.com/ - Fabio Rovazzi Andiamo a Comandarevia ilmilaneseimbruttito.com/ - Fabio Rovazzi Andiamo a Comandare
09/03/2017 11:00 di

È arrivata al Senato una proposta ribattezzata “Legge Rovazzi”. Non si tratta di un caso di omonimia, si ispira proprio a Fabio Rovazzi e al suo tormentone “Andiamo a comandare”.

Ad essere onesti, la proposta una sua coerenza ce l’ha: il disegno di legge proposto dal senatore del PD Bruno Astorre vuole permettere a chiunque possegga un trattore di utilizzarlo non solo sui terreni di sua proprietà ma anche sulle strade normali. Ora lo possono fare solo gli agricoltori professionisti mentre, se passa la “Legge Rovazzi”, lo potranno fare tutti. Non si potrà andare in tangenziale, come dice la canzone, ma su tutte le strade statali sì. 

Come ci aveva raccontato lo stesso Rovazzi, la sua canzone ha ovviamente un intento ironico ma Astorre non è il primo ad usare “Andiamo a comandare” per parlare di argomenti più seri. Solo pochi giorni fa anche l’Accademia della Crusca ha detto la sua sulla canzone: l'istituto nazionale per la salvaguardia e lo studio della lingua italiana ha deciso di rispondere alla richiesta di un’anonima signora preoccupata che l'espressione "Andiamo a comandare" fosse davvero corretta.

Così scrive la Crusca: Le perplessità che possono sorgere udendo una frase come ‘Andiamo ad ascoltare’ non nascono dal suo – eventuale – statuto di francesismo, bensì dal fatto che il verbo andare non è usato per indicare un movimento. Dicendo ‘Andiamo a mangiare’, ‘Andiamo a dormire’ o anche ‘Andiamo a divertirci’ si suggerisce l’idea che ci si sposti dal luogo in cui ci si trova per compiere una certa azione, necessariamente situata nel futuro prossimo. In ‘Andiamo ad ascoltare’ (o “Andiamo a cominciare”, come dicevano un tempo gli imbonitori nelle fiere paesane) l’idea di futuro prossimo è sganciata da qualsiasi movimento; si tratta di un uso assai familiare, che gli annunciatori radiofonici, tenuti a un buon controllo linguistico, farebbero bene ad evitare”.

(via, via)

Tag: strano e lol legge

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati