L'europa contro la pirateria

01/04/2003

Grazie anche alle pressioni fatte dall’Afi dal suo ufficio di Bruxelles che ha fornito dati e relazioni, alcuni rappresentanti del Parlamento Europeo si stanno attivamente interessando del problema della pirateria e della contraffazione, che provoca ingenti danni all’industria audiovisiva, agli autori e agli artisti, e causa ogni anno la perdita di 17 mila posti di lavoro in Europa. In una mozione presentata, cinque deputati europei, e precisamente: Arlene McCarthy, Janelly Fourtou, Toine Manders, Mercedes Echerer, Marcelino Oreja Arburùa, ricordano come una parte dei proventi della pirateria vada in finanziamenti al traffico di droga e al terrorismo, e chiedono alla Commissione Europea e ai vari governi nazionali norme più efficaci a protezione del diritto d’autore, pene più severe ai trasgressori, una maggiore sensibilizzazione da parte dei consumatori. Entro tre mesi si saprà se la mozione sarà approvata dal Parlamento Europeo.

L’Afi – Associazione Fonografici Italiani – auspica una soluzione positiva di tale mozione affinché gli Stati membri della Comunità la recepiscano e agiscano di conseguenza.

www.afi.mi.it

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    La fiction RAI sulla vita di De Andrè è stata vista da oltre 6 milioni di spettatori