Un libro racconta Mina: "Mina talk"

04/12/2005

Dopo 26 anni, l’Araba Fenice della canzone italiana - Mina - torna a parlare, ad esserci. Fernando Fratarcangeli in "Mina talk" ha selezionato pensieri, sogni, desideri e paure dell’artista (nell’ultimo suo lavoro "L’allieva" canta con rispetto magistrale Frank Sinatra) estrapolandoli da vent’anni di interviste (1959-1979). Ne viene fuori soprattutto la follia del Circo musicale, dove lei stessa si definisce ("Tempo" del 1961) non una cantante ma una che canta. Ad esempio: "In questo caos mi ci hanno sbattuta dentro senza che me ne accorgessi, per scommessa. Quando non si lotta per ottenere una cosa non la si può apprezzare".

400 pagine. Dal debutto a Rivarolo Re con "You Are My Destiny" di Paul Anka, l’allontanamento dalla TV, il grande ritorno, gli amori, veri o presunti, i memorabili concerti dal vivo.

Riccardo Reim ha curato la prefazione e, in un capitolo finale, molti grandi personaggi del mondo dello spettacolo (da Celentano a Totò, da Gaber a Maurizio Costanzo) raccontano aneddoti curiosi, divertenti, alcuni inediti dell’artista.

In due inserti, sono riprodotte a colori le copertine dei periodici, italiani ed esteri, da cui le interviste sono tratte ed altre particolarmente significative (da “Corriere dei ragazzi” a “Panorama”, da “Il Musichiere” a “Epoca”).

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati