Video première: LOREN - Giganti

LORENLOREN
07/11/2018 09:20 di

I LOREN sono cinque ragazzi fiorentini che si presentano così: “legati indissolubilmente dalla birra Moretti da 66, dalla playstation 2 e dalle lunghissime discussioni inutili che terminano a notte inoltrata. Conservano gelosamente la tradizione, tutta fiorentina, di dividersi su tutto. Possono essere cugini, bianchi, neri, guelfi o ghibellini purché le discussioni continuino all’infinito. Nel breve tempo che rimane scrivono canzoni”. Dopo l’esordio a settembre con “Ci salveremo tutti”, pochi giorni fa hanno pubblicato il nuovo singolo “Giganti” (Garrincha Dischi) di cui vi presentiamo oggi il video in anteprima.

LOREN "Giganti"

“Giganti” è stato registrato presso il Firstline Studio di Follonica (GR) e il Donkey Studio di Medicina (BO) da Alex Marton e Nicola Hyppo Roda, prodotto, missato e masterizzato da Alex Marton e arrangiato da Alex Marton, LOREN e Nicola Hyppo Roda. È descritto come un brano che “racconta delle grandi corse quotidiane per vedersi pochi minuti la sera e della voglia di costruire qualcosa che sia per sempre ma che sfugge. È una canzone che parla di momenti che si perdono per stare al cellulare e di momenti che invece restano in eterno come il gol di Batistuta al Camp Nou, le vittorie di Marco Simoncelli, la scalata di Marco Pantani sul Mont Ventoux e l’eleganza di Giancarlo Antognoni”. Il video nasce dall’idea del regista Adriano Giotti come sequel di “Ci salveremo tutti”, per una storia che si concluderà con l’uscita del prossimo: ambientato a Barcellona, racconta di Nataly che, dopo un viaggio a Los Angeles in cui ha conosciuto Jennifer e se ne è innamorata, torna a casa alla sua vita di tutti i giorni dalla sua compagna Nia. Attraverso i paesaggi e la storia delle protagoniste, l’obiettivo del video è chiaro: “approfondire il tema delle scelte e il fatto che a ognuna di esse corrisponda inevitabilmente un rimpianto”.

Di seguito il testo di “Giganti”.

LOREN "Giganti" (testo)

Quante volte lo abbiamo detto
Che se passiamo la notte possiamo vivere in eterno
Quante volte lo abbiamo perso
Questo momento per guardare il cellulare
Che avremmo fatto tutto diverso
Ci siamo amati a tempo perso
siamo un disastro fa lo stesso
Abbiamo corso giorni interi per concederci un momento
La bellezza di un secondo
Come quando stavamo in piedi sul divano
Che era la cima del mondo

Rit. Non sai cosa darei
per rivedere correre
Una moto bianca con il 58
I ricci sotto al casco
Non sai cosa darei
Per rivedere Batistuta
Che zittisce Barcellona
Che ci spara con il Mitra
Non sai cosa darei
Per rivederti nuda
Mentre il pirata batte Armstrong
E si prende la luna

Quante volte lo abbiamo giurato
Noi non saremo quelli giusti nel momento sbagliato
Quante volte ce lo siamo rimangiato
Ci abbiamo pianto ci abbiamo creduto
Che non è stato tempo perso
Che non ci basta l’universo
Siamo un disastro ma stupendo
Abbiamo perso giorni interi per capire in un secondo di non essere d’accordo
Come quando stavamo nudi sul divano
Che era la fine del mondo

Rit. Non sai cosa darei
per rivedere correre
Una moto bianca con il 58
I ricci sotto al casco
Non sai cosa darei
Per rivedere Batistuta
Che zittisce Barcellona
Che ci spara con il Mitra
Non sai cosa darei
Per rivederti nuda
Mentre il pirata batte Armstrong
E si prende la luna

Non sai cosa darei
per rivedere correre
Una moto bianca con il 58
I ricci sotto al casco
Non sai cosa darei
Per rivedere Batistuta
Che zittisce Barcellona
Che ci spara con il Mitra
Non sai cosa darei
Per sfiorarci la pelle
Mentre il ragazzo che guardava le stelle
Illuminava Firenze

 

Tag: nuovo video anteprima

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati