Max Casacci e Vaghe Stelle hanno scritto un pezzo usando i rumori della Formula 1

via Redbull.com - MCDM Formula 1via Redbull.com - MCDM Formula 1
11/04/2017 10:28 di

Costruire una traccia musicale utilizzando soltanto rumori campionati da una macchina da Formula 1: questo è il progetto messo in atto da Max Casacci (Subsonica) e Daniele Mana (alias Vaghe Stelle) che insieme formano gli MCDM. Mentre meccanici e ingegneri lavoravano intorno al bolide nella pista di Misano, i due erano lì con i microfoni in mano per registrare ogni suono prodotto dall’auto.

L’uso dei rumori di una Formula 1 in un brano non è una cosa nuova, ma questa è la prima volta che ne viene creato uno composto esclusivamente da questi suoni. “Abbiamo diviso il brano in due sezioni” spiega Casacci, “nella prima abbiamo voluto far suonare la potenza del motore con un tema robusto fatto di beat quasi trap. Nella seconda sezione abbiamo invece voluto rappresentare la macchina così come la percepiamo in pista. Per me era un mondo totalmente nuovo, all’inizio pensavo che la macchina avesse addirittura un clacson come tutte le altre”.



Dopo aver registrato, gli MCDM hanno prodotto la traccia all’interno del Red Bull Studio Mobile, sfruttando anche ciò che si poteva ascoltare all’interno della macchina grazie a un microfono attaccato al corpo del pilota Carlos Sainz. “Abbiamo campionato il motore, le carene, le sirene dei carrelli trasportatori” racconta Mana, “il basso portante della traccia sembra quasi un trombone e lo abbiamo ricavato per caso durante le registrazioni. Questi suoni sono stati poi caricati dentro a un campionatore in modo che all’ascolto sembrasse un basso”. E aggiunge Casacci: “È la nostra visione dell’elettronica, mai didascalica. Un’elettronica che parla in prima persona, in questo caso con le condizioni ambientali e umane della pista e dell’officina”.

Il brano “Toro rosso” si può ascoltare e scaricare gratuitamente qui.

 

(via)

Tag: arte

Pagine: Subsonica Vaghe Stelle

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    "Zeta reticoli" dei Meganoidi compie 15 anni e continueremo ad amarla per sempre