Megaupload sta per tornare?

04/04/2012

Vi ricordate delle polemiche nei giorni successivi alla chiusura di Megaupload? In tanti protestavano perché la chiusura del servizio aveva reso inaccessibili anche i file legali caricati dagli utenti. E il danno rischiava di essere irreversibile, visto che l'FBI aveva annunciato di voler cancellare al più presto tutto il contenuto dei server di Megaupload e Megavideo.

Una minaccia che per ora è rimasta tale. Così, a distanza di oltre due mesi dallo spegnimento dei siti, i server continuano a funzionare. E a costare, perché il servizio di hosting Carpathia, che ospita tutti i file, presenta conti che si aggirano sui novemila dollari al giorno. Per dire, contando i due mesi offline siamo già ben oltre il mezzo milione di dollari.

Questi conti, ovviamente, qualcuno deve pagarli. Già, ma chi? Di certo non la MPAA, l'associazione che difende le case di produzione cinematografiche e che ha spinto per l'azione nei confronti di Megavideo e Megaupload. Ecco allora che i responsabili di Carpathia hanno pensato di rivolgersi ai loro vecchi clienti: a Megaupload, appunto.

Un'idea che ovviamente non fa piacere proprio alla già citata MPAA, che già immagina di vedere sparire da qualche parte tutti i file sequestrati, con il prevedibile ritorno online di tutto l'archivio vietato. Allo stesso tempo, però cancellare tutto non pare essere una strada percorribile: l'unica scelta plausibile sarebbe passare al setaccio tutti i file e stabilire quali sono legali e quali illegali. Un lavoro infinito, che lascia aperta una speranza al ritorno di Megaupload e Megavideo.

[via]

Tag: pirateria megavideo internet

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati