Il MEI invita Black Candy a discutere

24/11/2005

In risposta a quanto affermato da Black Candy ("neanche noi saremo al MEI", vedi news), che - come L'amico Immaginario - aveva sentito il bisogno di ufficializzare la propria posizione riguardo la manifestazione, il MEI invita l'etichetta alla tavola di discussione imbastita al fine di chiarire quegli stessi dubbi che erano stati dei Perturbazione (vedi news). Riportiamo integralmente il testo della lettera, firmata "MEI 2005".

Scusateci. Come ogni anno al Mei abbiamo realtà che si aggiungono e realtà che mancano.

E naturalmente ci spiace vorremmo sempre non perdere mai nessuno, tra l'altro tra quelli che ci sono cari.

Ma ci teniamo a ricordare che abbiamo realizzato per l'occasione con grande piacere domenica 27 novembre alle ore 14 un incontro con i Perturbazione al Mei 2005.

Invitiamo tutti ad esserci per costruire insieme tutti quei necessari miglioramenti e cambiamenti di direzione da apportare al Mei affinchè' possa essere ancora piu' utile a tutti.

Tra l'altro anche a quelle centinaia e centinaia di espositori e di artisti che quest'anno hanno confermato la loro presenza al Mei riempiendo tre padiglioni e facendo in modo con noi di costruire insieme a noi una presenza positiva per tutti.

Augurandoci naturalmente di riuscirci.

Crediamo che, al di là delle giuste differenze e diversità che non vanno omologate, e di tante altre iniziative che
si possono realizzare a favore della crescita e dello sviluppo della nuova musica, sia fondamentale un momento unico di grande forza di tutta la discografia indipendente per ottenere una maggiore forza complessiva utile a tutti i singoli per operare al meglio ottenendo così ancora una maggiore attenzione, da realizzare insieme nel miglior modo possibile ascoltando e recependo tutte le proposte.

Facciamo questo nel massimo spirito di collaborazione, trasparenza, lealtà e amicizia, ritenendo che qualsiasi manifestazione che nasce per fare crescere e sviluppare in modo semplice il settore indies possa farlo affiancandosi alle altre che lavorano in questa direzione, ognuna con una sua specifica modalità, ritenendo che la frammentazione -senza la creazione di una rete di riconoscimento- porti purtroppo spesso solo vantaggi alle grandi concentrazioni multinazionali.

Siamo certi che sappiate quanto il Mei sia nei fatti un vero e proprio progetto completamente indipendente senza nè padrini nè padroni -come tanti altri- e quanto sia disposto ad accogliere ogni sua proposta al suo interno. Da sempre.

Ci spiace se non siamo riusciti a farci capire.

Vi aspettiamo. Insieme a tutti gli altri. Grazie.

Mei 2005

Tag: Meeting Etichette Indipendenti

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Il programma di Brunori SAS per Rai 3 inizia a marzo