Ecco perché questa settimana dovresti passare per Arezzo

La storia di un festival che da un chiosco è diventato un punto di riferimento per tutta Italia
10/07/2019 17:49

D'inverno, la maggior parte dei concerti devi cercarli nella grandi città. Milano, Roma, Torino, Napoli. Da lì passano i tour, quasi tutti. Ma con l'estate, quando le grandi città diventano deserti urbani e forni a cielo aperto, la provincia Italia si riempie di cattedrali nel deserto. Festival Estivi, macchine enormi che trasformano posti da qualche migliaio di abitanti a temporanee capitali dei live. E questa è la settimana di Arezzo. 

Dal 9 al 13 luglio ad Arezzo, presso il parco Il Prato, torna il Men/Go Music Fest. Cinque serate a ingresso gratuito con alcuni dei nomi più grandi della musica italiana. Ma nel 2002 tutto questo non c'è ad Arezzo, mancano gli spazi e per chi suona con in tasca tre sogni e due monete non c'è molto. Così Paco Mengozzi e alcuni amici organizzano la prima edizione del festival nel parco in cui il padre di Paco, il Mengo, ha un chiosco. Ci mette corrente, spazio, pedane e bar. Nel 2006 Arezzo Wave, uno dei punti di riferimento della storia dei live in Italia, cambia città per tornare solo nel 2012. Lo spostamento di polo magnetico del festival fa nascere ad Arezzo un vuoto, e inizia un periodo di decadenza per la città. Ma sono questi spostamenti preparano il terreno per la crescita del festival, e allo stesso tempo lasciano un vuoto in una città di provincia abituata a vedersi centro della musica, anche solo per qualche giorno. La formula del Men/Go è quella che ha segnato Arezzo Wave, evento a ingresso gratuito in cui si fa ricerca e si valorizza il territorio.

Il Festival cresce al punto che la prima location non è sufficiente a contenere tutti e permettere la migliore esperienza possibile. Così si cambia posto, per approdare accanto al Duomo, in uno dei punti panoramici migliori della città. Il Men/Go è questa settimana, con i live di Carl Brave, Fast Animals and Slow Kids, Diodato e Andrea Laszlo De Simone. Stasera sarà invece il turno di Franco 126, Eugenio in Via Di Gioia e Cecco e Cipo. Le due serate conclusive di sabato e domenica vedranno invece rispettivamente salire sul palco Motta, Myss Keta, Ninos du Brasil, Clavdio The Zen Circus, La rappresentante di Lista, Lodo Guenzi. 

---
L'articolo Ecco perché questa settimana dovresti passare per Arezzo di Redazione è apparso su Rockit.it il 10/07/2019 17:49

Tag: festival

Commenti
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati