Black MIDI: la musica impossibile composta con milioni di note

Black MIDI Bad AppleBlack MIDI Bad Apple
12/11/2015 18:00 di

Nel 1947 Conlon Nancarrow è stato il primo a scrivere delle partiture per piano che potevano essere suonate meccanicamente. Il compositore statunitense utilizzava un dispositivo che forava un rotolo di carta associando ad ogni segno una nota. Grazie a tale invenzione ha creato delle composizioni molto complesse, che mai nessun pianista sarebbe stato in grado di suonare. Nancarrow è diventato una fonte d'ispirazione per molti compositori di musica elettronica degli anni a seguire e, in un certo senso, può essere considerato un precursore della musica Black MIDI.
Stiamo parlando di un micro-genere musicale (o un trend di YouTube, a voi la scelta) suonato da una community di musicisti che ha come principale caratteristica quella di creare composizioni con un elevatissimo numero di note suonate contemporaneamente. Il nome deriva dal fatto che se tali partiture venissero realmente trascritte su un pentagramma questo diventerebbe quasi completamente nero.

I cosiddetti "blackers" sfruttano software come Synesthesia, e altri programmi simili nati originariamente per insegnare la musica ai bambini, per tradurre e rielaborare canzoni più o meno famose in intricatissime partiture formate da milioni di note di pianoforte. Molti brani derivano da colonne sonore di videogiochi ma c'è che si è cimentato, ad sempio, in hit pop come "Stayin' Alive" dei Bee Gees.

In questo tipo di community - che da poco ha anche la sua personale Wikipedia - la cosa che conta di più è il numero di note raggiunte. Il blacker TheSuperMarioBros2, ad esempio, è riuscito a tradurre la hit dance pop "Bad Apple", inserita nel gioco Touhou Project, utilizzando quasi 8 milioni e mezzo di note. Al momento il primato resta al blacker cinese ICEwiimaker, che con il brano "Fujiwara no Mokou's Theme" - dalla stessa saga Touhou - ha raggiunto il record di 21 milioni di note con una traccia che non supera i sei minuti di durata.


TheSuperMarioBros2 "Bad Apple" (8.49 milioni di note)

I blackers sono iniziati a comparire in Giappone nel 2009, prima di diffondersi anche in Corea e Cina, per arrivare negli Stati Uniti e in Europa verso il 2012. La maggior parte dei blackers in giro per il mondo sono adolescenti o ragazzini ancor più giovani, e più che compositori assomigliano a gamer di un feroce videogioco il cui scopo è quello di comprimere il più alto numero di note in una singola composizione, riuscendo comunque a mantenere una melodia di fondo. 


ICEwiimaker - "Fujiwara no Mokou's Theme"  (21 milioni di note)

 

via

Tag: tecnologia

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati