Miles Davis era un fan di Nino D'Angelo?

Miles Davis nel 1986, foto via rumpojazzphoto.com - Miles Davis Nino D'angeloMiles Davis nel 1986, foto via rumpojazzphoto.com - Miles Davis Nino D'angelo
14/06/2016 10:54 di

Se c'è un aspetto che si coglie scorrendo la discografia di Miles Davis è che lui i generi musicali li ha attraversati proprio tutti. Dagli esordi con Charlie Parker passando per i due periodi elettrici, il coinvolgimento del funky, le collaborazioni con i principali esponenti della musica afroamericana e non in ogni sua sfaccettatura, Davis è uno che non si è mai fermato davanti a limiti di forma e genere. Tanto che, a quanto racconta Nino D'Angelo, il trombettista statunitense in visita in Italia per un tour di concerti, si sarebbe infatuato anche della sua musica.

Correva l'anno 1986 e la città di Palermo ospitava il festival Jazz Estate allo Stadio della Favorita: una settimana con i più grandi esponenti del jazz mondiale. Alcuni degli artisti in cartellone avevano negli anni lavorato con Davis negli anni precedenti: la chitarra di John McLaughlin si ascolta in "In a silent way" e "Bitches Brew", Joe Zawinul dei Weather Report appare sempre nel disco del '69, Wayne Shorter era stato il sassofonista del quintetto di Davis dal 1964 al 1970. Tutti prima o poi avevano incrociato la strada di Davis, e il suo era uno dei concerti più attesi. 



La leggenda vuole che in quei giorni a Palermo Davis girasse in decappottabile; Nino D'Angelo in un'intervista a Repubblica racconta la sua versione dei fatti, secondo cui appena arrivato in città Miles Davis ascoltò una sua canzone alla radio a bordo di un taxi e chiese al tassista di portarlo in un negozio di dischi per comprare l'intera discografia del Caschetto. Nino D'Angelo non ha dubbi neanche sulla quantità: Davis acquistò 12 musicassette.

Purtroppo non è dato sapere se la storia sia vera oppure no, per saperlo bisognerebbe forse cercare nell'eredità di Davis (magari il prezioso bottino è custodito nella sua casa senza angoli). Peccato non abbiano lasciato nessuna testimonianza della loro reciproca stima, magari in una collaborazione su disco. Se la cosa vi sembra improbabile, vi ricordiamo che Nino D'Angelo ha ospitato in un suo disco Billy Preston, uno che tra gli altri, ha suonato coi Beatles.

(via)

Tag: strano e lol

Commenti (1)

  • Sand Sand 15/06/2016 ore 13:40 @SandroSala

    mah?............

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati