MINE Festival - 9 e 10 Maggio, tutti in Sardegna per sparire...

15/04/2008

MINE FESTIVAL
9 e 10 Maggio
Miniera di Picalinna (Montevecchio - Guspini)
Sardegna

La Sardegna non è poi così lontana. Quella che per molti è un'isola 'fuori dal tempo e dalla storia' per due giorni si trasformerà nella terra 'dentro la poesia che ti fa sentire via'. Il MINE Festival "A beatiful Mine", organizzato da Here I Stay e Zahr in collaborazione con Rockit, il patrocinio del Comune di Guspini e Arbusa, e della provincia del Medio Campidano, dura 2 giorni. 9 e 10 Maggio: musica nell'aria di Montevecchio (Guspini, Sardegna) tra le miniere dell'800 che suonano Sparkling Mineral Music. Per assaggiare l'estate prima che arrivi e il caldo prima che bruci. Per capire quante cose contano e quante no, e far casino in una terra che non assomiglia a nessun altro luogo. Posto bello. Musica frizzante. La line-up del MINE Festival ospiterà oltre agli inglesi Sunny Day Sets Fire, i tedeschi Me Succeds o i Rollerball da Portland, anche gli italianissimi Teatro Degli Orrori, LMALL, Sikitikis, Rosolina Mar, Dente e molti altri. Sfoglia il programma completo e comincia ad avere caldo. La pazza idea di fare il MINE festival costerà 10 euro per un giorno e 15 per due giorni. Il pacchetto completo (traghetto, alloggio, auto e festival) ha un prezzo onesto (come la musica bella). Vai sul sito, informati e prepara il trolley. A partire da 100 euro (viaggio+alloggio) sei sull'Isola. Prenota il tuo "momento giusto per sparire via due giorni". Non costa molto stare bene e vale il triplo sentirsi lontano.

Info:
www.rockit.it/minefestival

Pagine: Rosolina Mar Le man avec les lunettes Sikitikis Il Teatro Degli Orrori Dente

Commenti (1)

  • French Fries! 16/04/2008 ore 01:44 @frenchfries

    che bello...un festival dove ci sono teatro degli orrori e me succeeds insieme!
    due sguardi antitetici che guardano verso lo stesso punto
    bravi cazzo! :)

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

Il nuovo singolo dei Måneskin è l'ultimo dei loro problemi