“Qualità a picco, è ora di cambiare”: Mogol lancia una petizione per un Sanremo alternativo

via ragusanews.com - Mogolvia ragusanews.com - Mogol
03/04/2017 12:16 di

Venerdì tre figure storiche della musica italiana come Mogol, Mario Lavezzi e Franco Mussida hanno convocato una conferenza stampa per protestare contro la scarsa qualità del Festival di Sanremo.

Secondo i tre autori, Sanremo negli anni ha subito una perdita di qualità notevole e i brani presentati sono sono diventati “sempre più deludenti. A loro avviso questo tipo di deriva è inammissibile per il “Festival della Canzone Italiana” e le cause sarebbero principalmente due: l’intromissione delle case discografiche che influenzerebbero troppo la direzione artistica della manifestazione e la decisione di prediligere la notorietà dei cantanti al posto della qualità delle canzoni. “Si è preferita una logica di spartizione a favore di un sistema in grado di garantire all'organizzazione della manifestazione la partecipazione di artisti di acquisita popolarità, ma spesso” - hanno dichiarato - “a prescindere dal livello qualitativo delle canzoni”.

(Franco Mussida, via)

Per questo è stata lanciata una petizione per introdurre un nuovo regolamento che preveda una scelta di 20 canzoni scritte da autori italiani e poi la loro assegnazione, da parte del direttore artistico del Festival, ai possibili interpreti. “Lo scopo della petizione" - chiarisce Mussida - "è spostare il baricentro da una gara in cui la carriera del cantante è l'elemento principale a una nuova visione dove unire la grande creatività e il mondo degli interpreti". “Scegliere le canzoni prima dei cantanti è una buona idea" - continua Mogol - “Si torna così al Sanremo di una volta e alla canzone di qualità. Quello che più conta è il livello culturale popolare, se continua a scendere è una cosa gravissima”.

Il documento ha già ricevuto l’appoggio da nomi come Ornella Vanoni, Alexia, Gianni Bella, Gigi D'AlessioLoredana Berté, Maurizio Costanzo e altri ancora. Sarà inviato al direttore generale della Rai, al direttore di Rai Uno, al sindaco di Sanremo e al Ministero dei Beni Culturali. Nel caso la proposta non venisse ascoltata, i tre non escludono la possibilità di organizzare un festival alternativo da proporre a Sky o a Mediaset.

(via)

Tag: polemica Sanremo

Pagine: Premiata Forneria Marconi (PFM) Mario Lavezzi

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Arriva a Bologna il biglietto sospeso per chi non può permettersi un concerto