Moog lancia un progetto per creare un archivio globale di field recordings

Yuri SuzukiYuri Suzuki
26/04/2016 10:58 di

Tra i sogni ricorrenti dei musicisti elettronici trova sicuramente spazio l'idea di possedere e plasmare a proprio piacimento una libreria infinita di field recordings. Se l'archivio di Alan Lomax non vi basta più, allora potete abbracciare e salutare con gioia il nuovo progetto ideato da Moog.

Si chiama Global Synthesizer Project e l'obiettivo è quello di creare una raccolta in divenire di field recordings provenienti dai quattro angoli del mondo. L'idea è quella di ottenere uno strumento che permetta di utilizzare questi suoni proprio come differenti moduli di un synth: la griglia rettangolare del sintetizzatore prende infatti la forma di una mappa del globo, su cui gli utenti possono intervenire creando le proprie geo-composizioni.

Il progetto, sviluppato anche grazie all'aiuto del sound-designer Yuri Suzuki, verrà presentato durante la prossima edizione del Moogfest, in programma dal 19 al 22 maggio a Durham, nel North Carolina. Chi volesse può dare il suo contributo inviando i field recordings raccolti nel proprio spicchio di mondo all'indirizzo globalmodular@moogmusic.com.

(via)

Tag: dati tecnologia

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Face Melody trasforma il tuo volto in un brano di musica elettronica