Ora la Moog è dei suoi operai

Bob Moog - Una foto di Bob Moog, padre del sintetizzatore synthBob Moog - Una foto di Bob Moog, padre del sintetizzatore synth
29/06/2015 09:42 di

Bob Moog, l'inventore del sintetizzatore più famoso al mondo, ha sempre desiderato che la sua azienda venisse affidata direttamente alle persone che ci lavoravano. Ora, a 10 anni dalla sua morte, il nuovo amministratore delegato di Moog Music, Mike Adams, è riuscito a trovare un modo per farlo: da inizio mese, 62 operai hanno acquisito una parte delle azioni dell'azienda e, di fatto, ne sono diventati i co-proprietari.

Io e Bob – ha commentato Ileana Grams-Moog, vedova di Bob Moog – avevamo consultato un esperto nel 2001 ma non era stato in grado di rendere questa idea fattibile. Bob si sarebbe commosso nel sapere che Mike Adams avrebbe realizzato questo sogno quattordici anni dopo”.

Intervistato da Billboard, Adams si è detto piuttosto rilassato di fronte ad un cambiamento simile, nonostante tutti i rischi che questo nuovo tipo di gestione potrebbe comportare: “Ora gli operai si dovranno prendere determinati rischi ma è alla base della nostra scelta: Bob ma ha messo il suo DNA in questa azienda, specialmente nel reparto ingegneristico dove l'obiettivo rimane sempre quello di creare ottimi strumenti per i musicisti. Il reparto è guidato da Cyril Lance, scelto dallo stesso Bob, e sta continuando a produrre cose stupende. Fin che continueremo a mantenere questo livello andremo bene. Anche durante la recessione del 2008 abbiamo retto bene nonostante, è noto a tutti, la musica sia una delle prime cose su cui si tende a risparmiare nei momenti più duri. Il messaggio dell'operazione è questo: rispettare le persone che riescono a realizzare cose così belle, oltre al rispetto verso i nostri clienti che continuano a sceglierci comprando i nostri prodotti”. Se volete approfondire l'argomento, qui trovate tutta l'intervista.

 

Tag: politica strumenti

Commenti (2)

Carica commenti più vecchi
  • Mauro Boccuni 29/10/2015 ore 18:32 @mauroboccuni

    Il coraggio dare senso alle radici e ai valori di ciò che fa di un'azienda, un'azienda: le persone e il loro know how. Speriamo reggano bene l'urto :)

  • Giulia Regain 12/04/2016 ore 15:27 @djgiuliaregain

    Queste sono le notizie che vorrei sentire ogni giorno... ❤️ #HOPE

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

Da Verdi ai soldati nazisti: ecco perché oggi accordiamo gli strumenti tutti allo stesso modo