Morgan, è uscito "Italian Songbook Vol.2"

03/02/2012

Il 24 gennaio è uscito un disco di Morgan. Se non ve ne siete accorti, tranquilli: è stata l'uscita più silenziosa nella storia dell'ex leader dei Bluvertigo.

Il disco uscito è "Italian Songbook vol. 2", ovvero la seconda parte del progetto di Morgan di rivisitazione di grandi canzoni della storia della musica italiana.

Il volume precedente è datato 2009, mentre l'ultimo disco di inediti rimane "Da A ad A", uscito nel 2007. Un secolo e mezzo fa praticamente.

Ecco la tracklist di "Italian Songbook vol. 2" di Morgan:

1- Desolazione (canzone inedita di Morgan)
2- Marianne (cover di Sergio Endrigo)
3- Si può morire (Morgan e i Cluster; cover de I Gufi)
4- Io che non vivo / english version (cover di Pino Donaggio)
5- Hobby (cover di Luigi Tenco)
6- Il gioco del cavallo a dondolo (cover di Roberto De Simone)
7- Abbracciami (cover di Charles Aznavour)
8- Donna bella non mi va (cover di Rodolfo De Angelis)
9- Speak softly love (cover di Larry Kusic e Nino Rota dalla colonna sonora de Il Padrino)
10- Sole Malato (cover di Domenico Modugno)
11- Una nuova canzone (inedito)
12- Non insegnate ai bambini (cover di Giorgio Gaber)
13- Io Che Non Vivo / Senza Te
14- Sole malato / english version
15- Parla Più Piano (musica di Nino Rota, testo italiano di Gianni Boncompagni)

Tag: nuovo disco cover

Pagine: Bluvertigo Morgan Marco Castoldi

Commenti (5)

Carica commenti più vecchi
  • ciccio formaggio 03/02/2012 ore 14:43 @ciccioformaggio

    Mi son sempre chiesto perchè, un artista eclettico e votato alla sperimentazione come morgan, che ha realizzato all'interno del pop italiano delle micro rivoluzioni futuristiche, abbia scelto di arrendersi al passato e ai "vecchi" cantautori. Come se in una battaglia tra passato e futuro il futuro si fosse arreso incondizionatamente...

  • Faustiko Murizzi 03/02/2012 ore 16:21 @faustiko

    Beh, ma ci credo: se sei in giro tutto il tempo a bighellonare e a fare la star... come pensi di poter scrivere (belle) canzoni senza impegnarti un minimo?

  • sofia ssssssssssssssss 03/02/2012 ore 20:41 @soris

    dissento è tutto il giorno che lo ascolto, (consiglio la versione con La Sera e Il Denaro) facendo attenzione ad ogni suono e devo dire che questo album contiene molta sperimentazione e ricerca. Il futuro non si arrende ma si prende il passato ed il presente superandoli. Morgan, l'alchimista ,viaggia nel tempo.

  • valiumpost 10/02/2012 ore 02:47 @valiumpost

    Infatti, almeno musicalmente, questo è un disco a tratti molto interessante. Certo...ammetto che mi piacerebbe, e molto, sentire un nuovo album di inediti.

  • leone stella 13/02/2012 ore 21:46 @oivil

    premetto che non ho mai ascoltato molto attentamente morgan, ma con questo album dimostra di avere un gusto ed una classe fuori dal comune...concordo con faustiko, se anzi che fare l'artista, si ricordasse anche di esserlo magari avrebbe scritto più belle canzoni come altrove...

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

La fiction RAI sulla vita di De Andrè è stata vista da oltre 6 milioni di spettatori