E' morto Ezio De Rosa, storico tecnico del suono

31/01/2011

È morto il 28 gennaio, dopo lunga malattia (malattia del motoneurone, che colpisce la gola e progressivamente limita la parola e poi la respirazione), Ezio De Rosa, uno dei più grandi tecnici del suono italiani. Comincia a lavorare nel 1963 allo Studio Stereo di Renato Carosone, in via Stromboli a Milano. Poi, il militare e la gavetta come fonico live di orchestre. Sempre allo Studio Stereo, finalmente ampliato, registra "A chi" di Fausto Leali (1967). In quell'anno Carosone vende gli studi alla RI-FI, che lo ribattezza Play-Co, e De Rosa registra i 45 giri "L'immensità/Canta ragazzina"  e  "La banda (A banda) / Se c'è una cosa che mi fa impazzire" di Mina. Nel 1969 passa alla Sax Records di via Borsieri 41. Qui registra, tra la altre cose, "Lucio Battisti" di Lucio Battisti (1969), i 45 giri "Questo folle sentimento/Avevo una bambola" (1969), "Sole giallo sole nero / Se non è amore cos'è" e "Io ritorno solo / Nanananò"(1970) della Formula 3, nonché l'album d'esordio "Dies Irae" (1970) della band di Alberto Radius, il 45 giri d'esordio della PFM "La carrozza di Hans/Impressioni di settembre" (1971) e l'LP "Radici" di Francesco Guccini (1972).

Lunga la collaborazione coi Pooh: al 1973 risale "Parsifal" (presso i Milano Recording Studios), al 1978 "Boomerang" e al 1980 "Stop" (entrambi allo Stone Castle Studios di Carimate, dove De Rosa lavorava dal 1977), al 1981 "Buona Fortuna" (all'Idea Recording Studio, in coppia con Brian Humpries, già con i Pink Floyd). Agli Stone Castle Studios di Carimate registra anche "Figli delle stelle" di Alan Sorrenti (1977), "Come è profondo il mare" di Lucio Dalla (1977), "Passpartù" della PFM (1978, solo missaggio), "Comici cosmetici" di Alberto Camerini (1978), "Lucio Dalla" (1978) e "Dalla" (1979) di Lucio Dalla, "Sono solo canzonette" di Edoardo Bennato (1980), "Mimì" di Mia Martini (1981) e "L'indiano" di Fabrizio De André (1981). E poi: "Azimut" di Alice (1982), "Schiavo senza catene" di Marco Ferradini (con la celeberrima "Teorema", 1981), "Il fiume" di Garbo (1986), "Genesi" di Franco Battiato (1987) e "Signora Bovary" di Francesco Guccini (1987). È suo l'eccellente rimissaggio dei singoli di Lucio Battisti effettuato per la raccolta "Le origini" (1992).

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    "Zeta reticoli" dei Meganoidi compie 15 anni e continueremo ad amarla per sempre