Music Beta, l’offerta musicale di Google

11/05/2011

Alla fine, l’ha spuntata Google. Dopo settimane di voci su un testa a testa con Apple per il lancio di un servizio di cloud music, Google ha rotto gli indugi e ha presentato Music Beta.

Il nome è già un programma: la versione del servizio è ancora provvisoria e al momento è disponibile solo negli USA e su invito.

Ma cos’è Music Beta? Si tratta, fondamentalmente, di uno spazio online dove caricare la propria musica e a cui accedere da qualsiasi dispositivo e da qualsiasi luogo. Il tutto accompagnato da un software che permette di sincronizzare la musica nella cloud e quella presente su lettori e computer, con la possibilità di creare playlist e mixare i brani. I brani suonati sui device, inoltre, saranno disponibili anche offline al termine della riproduzione, per permettere di ascoltarli anche in assenza di connessione dati.

Il servizio è simile a Cloud Drive, creato recentemente da Amazon. In entrambi i casi, Google e Amazon hanno deciso di partire senza stringere accordi con le major discografiche. Questo significa che gli utenti non potranno compiere azioni che richiedano l’acquisto di una licenza, tra cui condividere canzoni con gli amici oppure comprare musica. Per ora, dovranno limitarsi a caricare brani già in loro possesso.

La risposta di Apple potrebbe proprio basarsi su questo aspetto: in caso riuscisse a stringere accordi con le label – e iTunes insegna che la cosa sarebbe vantaggiosa per entrambe le parti – potrebbe marcare una netta differenza rispetto ai competitor.

Insomma, la corsa alla cloud ha raggiunto un’altra tappa, ma è ben lontana dalla sua conclusione.

Per info:
music.google.com/about/
www.nytimes.com/2011/05/10/technology/10google.html

Tag: google amazon

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Abbiamo visto in anteprima "Fabrizio De Andrè - Principe Libero"