Napster lancia la sfida a Spotify

23/05/2011

Il mondo della musica in streaming si fa sempre più affollato e competitivo.

Negli ultimi mesi, Amazon e Google hanno lanciato i loro servizi di storage, offrendo uno spazio online dove caricare la propria musica per averla sempre a disposizione. A breve si attende la discesa in campo di Apple: il servizio dell'azienda di Cupertino dovrebbe chiamarsi iCloud e voci di corridoio parlano del 6 giugno come data di lancio. A differenza di Amazon e Google, che hanno deciso di offrire semplicemente uno spazio online, senza stringere licenze e accordi con le case discografiche per vendere brani o abbonamenti, Apple sta chiudendo uno dopo l'altro una serie di contratti che le permetteranno di proporre una reale alternativa ad iTunes Store in versione cloud.

In attesa dell'avvento di Apple, anche altri servizi si preparano al cambio di scenario. È il caso di Napster, società che nell'immaginario resterà per sempre legata al concetto di file sharing gratuito e pirata, ma che da tempo si è convertito in un servizio legale di vendita di brani e abbonamenti.

Nei giorni scorsi, infatti, Napster ha annunciato il lancio di Napster Plus Mobile, un servizio ad abbonamento che, per 10 sterline al mese, garantirà l'ascolto illimitato di musica da smartphone, lettori mp3 e altri dispositivi mobili, attraverso connessione wi-fi e 3G. Sarà invece di 5 sterline al mese la tariffa per chi userà dispositivi fissi.

Di fatto, l'offerta va a contrastare un competitor in particolare, ovvero Spotify. Nato nel 2006 in Svezia, Spotify si è segnalato negli ultimi anni come una delle novità più interessanti nel panorama discografico e musicale. La decisione di Napster di seguire la medesima strada, sembra confermare la bontà delle scelte operate da Spotify.

Su tutto, però, incombe la spada di Damocle di Apple: se il suo ingresso dovesse avere gli stessi - dirompenti - effetti del lancio di iTunes Store, l'intero settore ne sarebbe rivoluzionato. E a quel punto gli scenari diventerebbero impossibili da pronosticare.

Per info:
www.napster.com

Tag: napster spotify

Commenti (3)

Carica commenti più vecchi
  • Giulio Pons 23/05/2011 ore 12:59 @pons

    ma funzionano anche in italia? o c'è solo cube di telecom per fare un abbonamento e ascoltare quello che si vuole?

  • debaser 24/05/2011 ore 03:22 @debaser

    spotify e' la piu grande invenzione del mondo.
    pero' si...puoi usarlo in italia ma ti serve una carta di credito di un paese in cui il servizio e' autorizzato.

    vediamo che fa apple

  • Giulio Pons 24/05/2011 ore 09:29 @pons

    qualcuno ha usato cube?

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

Arriva a Bologna il biglietto sospeso per chi non può permettersi un concerto