Neapolis e Rockschool: ecco le selezioni

25/05/2005

Comunicato stampa - 23/05/2005

Destinazione Neapolis 2005 e Rockschool: ecco le selezioni live!

Le le 30 band individuate dalla giuria interna del festival nella prima fase di selezione sono state sottoposte alla giuria di qualità, costituita da giornalisti del settore. Con i loro voti, i giurati hanno determinato le otto band finaliste: A modern safari (Roma), Camera 237 (Cosenza), Deasonika (Milano), Foia + polivisioni (Bologna), Ners (Reggio Emilia), Phidge (Imola), Post off (Salerno), Visione Sinfonica (Napoli).

I gruppi si esibiranno dal vivo per l’ultima fase delle selezioni, dalla quale verranno fuori i nomi dei quattro che saranno inseriti nel cast del Carpisa Neapolis Festival 2005.

Le selezioni avverranno l’1 e l’8 giugno nelle sale del DUEL di Via Scarfoglio (Agnano), Napoli. L’ingresso sarà gratuito.

Parallelamente si svolgeranno anche le selezioni dal vivo dei giovanissimi gruppi di “Rockschool”, il primo contest per band emergenti dedicato ai musicisti delle scuole superiori di Napoli. Due tra i gruppi partecipanti saranno scelti per calcare il palco del Carpisa Neapolis Festival.

Ecco il programma delle due serate.

1 giugno

Deasonika (Milano) Dopo anni di gavetta e un album auto-prodotto, l’anno scorso hanno fatto parlare di sé con l’album "Piccoli Dettagli Al Buio” (pubblicato dalla Volume / Edel). Nel loro suono confluiscono ispirazioni diverse: dai Sonic Youth ai Radiohead, dal dark di Cure e Cult alle psicosi industrial dei Ministy, dagli Afterhours ai Placebo. Rock lisergico e affilato, forte di melodie azzeccate e testi mai banali.

Ners (Reggio Emilia) Propongono un pop-rock melodico e coinvolgente, cantato in lingua inglese per scelta e vocazione. Per le sonorità proposte i 5 ragazzi reggiani sono stati accostati a gruppi come Travis, Sterephonics, Smiths, The Cure, Oasis, Counting Crows.

Phidge (Imola) Nati nel 2003, hanno all’attivo due demo, un paio di concorsi vinti e una ventina di concerti (tre dei quali all’estero). Nella loro musica, tracce di: Motorpsycho, John Coltrane, U2, Death Cab for Cutie, Tool, Led Zeppelin, Jane’s Addiction, Nick Drake, Beatles e Jimi Hendrix Experience.

Post Off (Salerno) Le influenze che caratterizzano il gruppo sin dagli inizi sono l’”indie-sound” degli anni ‘90, sonorità sixties, un certo gusto pop di matrice british. Nel Maggio 2004, dopo vari cambiamenti nella formazione, esce il loro primo demo, “Psychotales”, accolto in maniera molto positiva dalla stampa di settore

Special guest: Inigo (uno dei quattro vincitori di “Destinazione Neapolis” 2004). Indie pop dalle melodie memorabili, canzoni dal forte potenziale radiofonico e dall’appeal irresistibile. Una sua canzone, Make it Today è stata inclusa nella colonna sonora del film L'Orizzonte degli Eventi (regia di Daniele Vicari con Valerio Mastandrea, Francesca Inaudi - Prodotto da Domenico Procacci per Fandango), che presentato nel corso della 44ª edizione del Festival di Cannes.

8 giugno

A modern safari (Roma) Il tratto distintivo della band é una fusione naturale tra il rock "classico" degli anni '60 e '70 e atmosfere più moderne, che affondano le proprie radici nel suono indie americano. Strutture semplici ed efficaci, melodie "mature" e "circolari". Pop nel senso più alto del termine, ispirato a grandi melodie. Una nuova via alla psichedelia.

Camera 237 (Cosenza) Nati con l’intento di fare una musica che vada al di là dei soliti canoni compositivi ed espressivi, scrivono brani costantemente in fuga dalla “forma canzone”. Innamorati del cinema di Stanley Kubrick, decadenti e sperimentali, i Camera 237 sono autori di un post rock emozionante e dal forte impatto.

Foia + Polivisioni (Bologna) Foia propone sonorità elettroniche piuttosto singolari, abbinate ad un beat techno schizofrenico ed ipercinetico. Una miscela di breakcore e furiosa synth music, qualcosa che colpisce con precisone e violenza, alla ricerca dell'impatto e del tempo terzinato perfetto. Dal vivo la sua esibizione è accompagnata dai “live-visuals” dei Polivisione, collettivo di vjs.

Visione Sinfonica (Napoli) Creano, accumulano, portano a termine lavori estremi e sperimentali. Un disco e un ep autoprodotti all’attivo. Si auto-descrivono così: “Tenco e Tecno, Sicuramente Rock, ma Rock Bottom, con Moon in June e tutto il resto. Le chitarre sono Shoegazer. Tastiere e suoni Art und Kraft. Basso e Batteria Bauhaus”.

Valderrama 5 (uno dei quattro vincitori di “Destinazione Neapolis” 2004). Una band folle e imprevedibile. Mescolano bossa nova e punk rock, musica surf e siparietti demenziali, rock’n’roll infuocato e morbidezze latine. Dal vivo sono a dir poco esilaranti.

Pagine: Deasonika A Modern Safari Ners Phidge Visione SinFonica

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati